Luigino Peressini e le sue storie al Caffè del Venerdì

21 Febbraio 2018

UDINE. Continuano gli appuntamenti a Udine con ”Il caffè del Venerdì”, questa volta all’insegna del tema del Friuli come Terra di Miti e storie antiche, che si terrà il prossimo venerdì 23 febbraio. Ospite di eccezione di questa puntata e dei 3 Garçons del Caffè (Marc Il Lungo Letterato, Boris il Managèr Corretto, Kraus Il Filosofo ristretto) sarà un originalissimo illustratore e fantasioso narratore del nostro territorio, Luigino Peressini, nato a Udine nel 1960.

Figura poliedrica di artista dalla formazione classica, disegnatore e inventore di storie, nonché personale scopritore di molteplici aneddoti e antiche leggende e miti del mondo contadino friulano, dopo aver trascorso un’infanzia felice alla scoperta di fantasmagorici itinerari tra i castelli e i rustici delle colline moreniche friulane, ispirato profondamente dalla storia delle antiche tradizioni etnografiche e paesaggistiche autoctone, nonché da molteplici letture enciclopediche (geografia, toponomastica, morfologia dei territori, etc..), Peressini ha ideato, illustrato e pubblicato sin dalla giovane età innumerevoli libri a fumetti, dedicati anche alla didattica e narrativa per i ragazzi, sino a giungere nell’ultima fase della sua creatività alla realizzazione di mappe simboliche e tematiche sul Friuli, vero e proprio leit-motiv della sua produzione artistica, che fondono in sé in maniera perfetta immaginazione, storia, topografia, toponomastica e memoria del nostro Friuli.

In particolare, verranno ricordati e presentati durante la serata alcuni tra i libri più importanti di Luigino (ad esempio “L’ultima voùs”, storia di amore ambientata a Tramonti di Sopra) e, visto il periodo carnevalesco appena concluso, verrà rievocato il tema della Zoiba Grassa del 1512, momento di insurrezione contadina contro il potere dei nobili, attraverso la narrazione del libro “Vitis di un Vilan Salvadi”.

L’occasione sarà imperdibile per conoscere il processo creativo dell’arte di Luigino, e conformemente allo spirito eclettico del Caffè del Venerdì, per omaggiare altre figure importanti della nostra terra, tra cui la figura del poeta di recente scomparso Don Domenico Zannier, cantore delle tradizioni Friulane, e per introdurre l’arte musicale proposta dal talentuoso Gianfranco Lugano, amico di Luigino e polistrumentista molto apprezzato in Friuli da almeno tre decenni, per la sua versatilità ed idee innovative, che intratterrà il pubblico suonando diversi strumenti musicali antichi, tra cui la cornamusa, l’arpa celtica e la ghironda.

Continua sempre il Progetto no-profit “I chicchi della Solidarietà”, ossia l’attenzione del Caffè ai temi etici e della solidarietà, che in questa occasione proporrà il sostegno all’Associazione Melograno Onlus con sede a Udine e Lovaria, che sarà rappresentata venerdì dal Presidente Giorgio Dannisi, e a cui verrà devoluto l’incasso della serata. La serata, inoltre, aderirà come l’anno passato all’iniziativa “Mi illumino di Meno” proposta dal programma Caterpillar di Rai 2. Verranno temporaneamente spente le luci per favorire il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale, e l’atmosfera verrà creata – come in un antico Caffè Letterario – esclusivamente a lume di candela.

Il foyer della Sala Comelli, infine, sarà come sempre abbellito prima dello spettacolo dalla personal chef Clara Zamparo che accoglierà il pubblico con una serie di accattivanti sorprese (caffè, dolcetti e decorazioni a tema). Tutto lo staff del Caffè sarà lieto di accogliere gli ospiti il 23 febbraio alle 20.45, nella Sala Comelli di Viale Volontari della Libertà, 61, Udine.

Condividi questo articolo!