Lucia Goracci a R-evolution: Medio Oriente e Nord Africa

7 Dicembre 2020

Lucia Goracci

PORDENONE. “Da Abramo a Biden: Medio Oriente e Nord Africa, il risiko multilaterale”: questi i temi al centro del prossimo appuntamento di R-evolution Digital edition 2020, programmato per martedì 8 dicembre, dalle 18 sul sito e sulla pagina Facebook del Teatro Verdi di Pordenone. Protagonista sarà la giornalista Lucia Goracci, corrispondente Rai da Istanbul, Premio Luchetta 2014, a lungo impegnata nella redazione Esteri di Rai News 24. Negli ultimi anni Lucia Goracci ha seguito sul campo le guerre mediorientali, da Gaza all’Afghanistan, dall’Iraq alla Libia e alla Siria, monitorando i fronti caldi della guerra allo stato islamico, come accadde a Kobane proprio durante l’assedio dell’Isis.

Alla sua analisi è affidato dunque l’incontro che si propone di indagare l’evoluzione degli Accordi di Abramo con l’avvicendamento della presidenza Biden: i fragili equilibri mediorientali sono probabilmente destinati a complicarsi su questioni chiave, dal contenimento di Teheran al nodo palestinese. E lo scacchiere si allunga al Nord Africa e all’Eurasia se includiamo in questa indagine gli espansionismi dello zar Putin e del neo-ottomano Erdogan, che resta pur sempre, con la sua Turchia, un alleato transatlantico. Lucia Goracci affronterà anche i temi legati ai diritti umani in Medio Oriente e nord Africa, dall’Iran all’Egitto, e alla questione terrorismo, tornata di inquietante attualità: per capire come si sono dispersi gli ultimi combattenti dell’Isis e quale reale minaccia rappresentano per l’Europa e il mondo.

R-evolution. Cronache dal futuro del mondo è il format di Lezioni di storia del nostro tempo promosso dal Teatro Verdi Pordenone e curato dall’Associazione Europa Cultura, interamente dedicato al “Turnover” nel pianeta virale. La Digital Edition 2020 trova il sostegno dell’ufficio EuropDirect del Comune di Pordenone e di web partner Esploratori Culturali Cgn e ha il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. Tutti gli interventi saranno poi recuperabili sul canale YouTube del Teatro Verdi Pordenone.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!