Lorenzateliers: in una mostra a Trieste 40 anni di progetti architettonici e urbanistici

15 Settembre 2020

Sport City a Lubiana

TRIESTE. Lorenzateliers celebra i suoi 40 anni e si è colta questa occasione per cercare di provocare un feedback e un confronto con l’Italia sulla situazione che attualmente si vive in Austria da un punto di vista architettonico e urbanistico. Con la mostra “Passion for space”, che è al tempo stesso una rassegna di quarant’anni di lavoro che ha visto realizzare quasi cinquecento progetti. Uno sguardo al futuro, un manifesto per affrontare la stretta interazione tra spazio urbano e architettura e una dichiarazione d’amore per la città europea. Soprattutto la preoccupazione per la città europea, per le strutture urbane fuori dal centro storico, per una metamorfosi delle zone commerciali che contraddicono le esigenze della sopravvivenza urbana del Ventunesimo secolo. Lorenzateliers rappresenta uno dei più noti studi in attività che si occupa del futuro delle città in Europa ed è da qui che parte il desiderio di ripensare alle città.

L’edificio Bora a Raubling rivestito da materiale che si orienta con il sole

Negli spazi industriali dell´ex Arsenale del Lloyd Austriaco in Androna Campo Marzio 8 a Trieste, per tanti anni inaccessibili al pubblico, unici e affascinanti, è stato realizzato un allestimento attraverso l’esposizione dei progetti più significativi. Tra disegni, fotografie, video e plastici originali si illustra la passione per lo spazio, inteso come spazio urbano, che continua in architettura e con cui comunica, e che non deve limitarsi ai centri storici. L’esposizione è suddivisa in sette isole che rappresentano gli aspetti del pensiero e della creazione delle opere di Lorenateliers: Metamorfosi, Connettività, Sogni, Equità, Intelligenza, Demolizione, Trieste. “Passion for space” è concepita come punto di partenza per l’inizio di nuovi discorsi sulla pianificazione urbana e l’architettura in Italia ma anche all’estero.

La mostra sarà aperta al pubblico fino all’11 ottobre, da lunedì a sabato dalle 15.30 alle 19.30. L’evento è entrato a far parte dei circuiti Barcolana 52 e Science in the City.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!