L’operetta Boccaccio va in scena al Teatro Nuovo

17 Gennaio 2022

UDINE. Atmosfere spumeggianti, intrecci amorosi, melodie danzanti: ritorna al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, con il suo fascino intramontabile, la sempreverde operetta. L’appuntamento è per tutti gli appassionati mercoledì 19 gennaio (inizio ore 20.45) con Boccaccio, nel nuovo allestimento della Compagnia Teatro Musica Novecento, ospite sempre molto apprezzata del palcoscenico friulano.

Scritta nel 1879 su libretto di Camillo Walzel e Richard Genée da Franz von Suppé, Boccaccio è, come intuibile, un’operetta ispirata all’autore del Decamerone, capolavoro ambientato durante il “ritiro” di una amena comunità isolata da un’epidemia. Invito a nozze per la fantasia di von Suppé, la cui vena mediterranea e donizettiana – il musicista era nato a Spalato nel 1819 – si sposa con l’atmosfera inconfondibile della musica viennese. Di questa operetta maestosa la Compagnia Teatro Musica Novecento ha tratto un’edizione italiana snella, che conserva l’eleganza e la vivezza “boccaccesca” originale, l’arguzia antica della trasgressione, l’ampiezza degli assieme e la leggerezza di pagine indimenticabili. Nel primo Rinascimento, a Firenze, le novelle salaci del poeta Boccaccio sono accolte con grande clamore e causano schieramenti contrapposti fra ammiratrici (soprattutto donne sposate) e detrattori (mariti gelosi). Una congiura è ordita da questi ultimi per cacciare Boccaccio dalla città e farlo rinchiudere. Ma Boccaccio ha altri piani, compreso quello di sposare Fiammetta, la figlia del Duca…

Fondata nel 1995 a Reggio Emilia a opera di un gruppo di cantanti e attori con una ricca esperienza in campo teatrale e operettistico, la Compagnia Teatro Musica Novecento è una delle più famose e importanti compagnie d’operetta italiane. Sin dalla sua prima produzione, La vedova allegra, ha riscosso calorosissimi consensi esibendosi in importanti festival e teatri italiani. Non c’è capolavoro del genere che la Compagnia non abbia inserito nel proprio ricchissimo repertorio – come La vedova allegra, Al Cavallino Bianco, Cin Ci Là, Il Paese dei campanelli, La principessa della Czarda… – stupendo piacevolmente critica e pubblico per la sua vena innovativa e un poco dissacrante.

Dal 2012 regista e primo attore comico della Compagnia è Alessandro Brachetti, attore e cantante diplomato con merito alla Bernstein School of Musical Theater di Bologna. Elemento distintivo della Compagnia è la musica dal vivo: Teatro Musica Novecento è infatti una delle pochissime compagnie d’Operetta in Italia che può vantare la presenza dell’orchestra dal vivo in ogni suo spettacolo, grazie alla stretta collaborazione con l’Orchestra Cantieri d’Arte.

Biglietteria
Gli sportelli di via Trento saranno aperti dalle 16 alle 19. Acquisti online sul sito www.teatroudine.it o www.vivaticket.it.

Accesso in sala
In ottemperanza alle più recenti disposizioni, per l’accesso in sala rimangono obbligatori il green pass rafforzato e l’utilizzo della mascherina ffp2.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!