L’omaggio a Bortolotto si chiude con due concerti

11 Novembre 2021

Quartetto d’archi della Scala

PORDENONE. Gran finale della prima edizione di “Figure oltre il presente”, il progetto-omaggio dedicato a Mario Bortolotto che il Teatro Verdi di Pordenone propone con l’Università̀ di Udine. Domani, venerdì 12 novembre alle 18 sul palco del Teatro Verdi, l’atteso concerto “L’Est dell’Oriente”, con il Quartetto d’archi della Scala. Francesco Manara e Daniele Pascoletti al violino, Simonide Braconi alla viola e Massimo Polidori al violoncello sono l’attuale formazione che risale al 2001, anno in cui quattro giovani musicisti, già vincitori di concorsi solistici internazionali e prime parti dell’Orchestra del Teatro, decidono di ridar vita a questa prestigiosa formazione fondata nel 1953.

Al Teatro Verdi proporranno musiche di Alexsandr Porfir’evič Borodin (Quartetto per archi n.2, Allegro moderato / Scherzo: Allegro / Notturno: Andante / Finale: Andante vivace) e Dmitrij Shostakovič (Quartetto per archi n.8, Largo / Allegro molto / Allegretto / Largo / Largo). Introduzione di Roberto Calabretto (Università di Udine)

Ultimo appuntamento alle 20.30, con “La “Fase Seconda”. Le Avanguardie”: protagonista al pianoforte Alfonso Alberti – musicista, scrive libri sulla musica ed è uno dei conduttori delle Lezioni di musica di Radio3 – con un programma che spazia da Niccolò Castiglioni a Franco Donatoni, da Luciano Berio a Claude Debussy e Sylvano Bussotti. Introduzioni di Angela Carone del Liceo Musicale “Marco Polo” di Venezia.

Ingresso gratuito. Tutte le info e il programma su www.teatroverdipordenone.it

Condividi questo articolo!