Lo Strolic furlan “prevede” come sarà il prossimo anno

23 Novembre 2016

UDINE. Ogni anno, come da tradizione nella ricorrenza di Santa Caterina, la Società Filologica Friulana presenta lo Strolic furlan per il nuovo anno. Appuntamento dunque per venerdì 25 novembre 2016 alle 17.30 nel salone d’onore di Palazzo Mantica, sede della Società, in via Manin 18 a Udine, dove lo Strolic sarà presentato da Federico Rossi. L’almanacco 2017 della Società Filologica, giunto alla 98ma edizione e che per un anno intero accompagnerà il lettore con racconti, poesie e rubriche sulla tradizione friulana non solo, è curato da Dani Pagnucco.

strolicIl volume si divide in dodici parti, come i mesi dell’anno, e ognuna è introdotta da un’illustrazione a cura di Roberto da Cevraia. Il curatore, lo Strolegant, interpreta ogni mese con tutta una serie di pronostici, lasciando al lettore la curiosità di scoprire e valutare queste considerazioni. Numerosi sono i collaboratori: Antonino Danelutto tratta del potere curativo delle piante e delle tradizioni che da sempre accompagnano questi rimedi popolari. I racconti di Gianni Colledani riproducono un mondo di intelligenza, allegria e verità, in cui il lettore può confrontarsi e ritrovarsi. La rubrica astronomica, arricchita da numerose fotografie, è curata da Beppino Ponte. “Dore” fa un’ironica indagine dei difetti dei friulani, immaginando la nostra sorte qualora morissero. Con leggerezza Odorico Serena ci parla di filosofia, con alcune semplici considerazioni finali.

I mestieri di un tempo sono descritti da Elisabetta Brunello. Claudio Mattaloni ripercorre i fatti storici avvenuti nella nostra Regione durante gli anni “17” dei secoli scorsi, mentre Angelo Floramo presenta testi sul tema dell’autonomia friulana. Il Friuli visto con le etichette tipiche dei prodotti nostrani è l’argomento della trattazione di Gabriella Bucco. I contributi di Angela Felice e Paolo Patui vertono sul teatro friulano e sull’espressione teatrale in lingua friulana. Monica Tallone ci accompagna in Carnia, con l’invito a visitarla e a viverla in prima persona. Non mancano racconti, scritti e poesie di Giannino Angeli, Franco Barbaria, Pietro Cesca, Fernando Del Maschio, Ermanno Dentesano, Luzio di Cjandit, Mario Dorigo, Mauro Fiorentin, Mario Milanese, Silvio Ornella, Giuliano Pascoli, Aldo Tomè, Giacomo Vit, Carlo Zoldan e molti altri.

lunariAssieme allo Strolic sarà presentato anche il Lunari 2017 della Società Filologica, pubblicato con il sostegno dalla Banca Popolare di Cividale. Ripercorrendo il filone dello scorso anno, anche quest’anno il Lunari permetterà di fare un viaggio ideale nel nostro Friuli, da occidente ad oriente, dai monti al mare, attraverso le cartoline storiche del fondo della Società Filologica: da Sacile a Monfalcone, da Buja a Cervignano, passando naturalmente da Udine, Gorizia e Pordenone, toccando Cividale, Martignacco e Tavagnacco fino a giungere a Lignano e Portogruaro.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!