Lo spettacolo multimediale Giorgio Mainerio su Rai3 bis

16 Novembre 2020

Mainerio, disegno di Tonino Cragnolini

“Giorgio Mainerio, un misteri furlan”, spettacolo multimediale che ha chiuso Mittelfest 2020, approda su Rai Tre bis (sul canale 103 del digitale terrestre) in versione video. Domani, martedì 17 novembre alle 21.50 e martedì 24 novembre alle 21.40, andranno in onda le due parti del videofilm di Marco Maria Tosolini e Paolo Antonio Simioni con direzione della fotografia di Carlo Della Vedova di Entract.

L’opera videoteatrale, prodotta da Arlef e Mittelfest con il sostegno di varie collaborazioni, vede protagonista Paolo Antonio Simioni (Giorgio Mainerio e coautore e coregista con Tosolini) con la partecipazione di Massimiliano Sassi, Pauli Nauli, Gianna Barbacetto, Paola Bacchetti, Martina Buttazzoni, Gabriele De Cecco, Fabio Accurso e Angelo Comisso, per il coordinamento di produzione di Giulia D’Andrea, cura sartoriale di Elisa Segnaboni, istruzione d’armi Roberto Battilana, consulenza straordinaria iconografica di Alessio Screm, creazione e elaborazione di audiovideo elettronica di Federico Màzzolo, l’editing audio di Vittorio Vella.

Lo spettacolo è una dedica d’amore al Friuli, anche nei suoi aspetti più inattesi e attraverso i rivoli carsici della sua variegata cultura: in uno di questi scorre la storia di Giorgio Mainerio (Parma, 1535-Aquileia, 1582): musico, sacerdote e, forse, negromante. Si pone come occasione per dare conto del contesto plurilinguistico e pluriculturale del nostro territorio nella versione in friulano e altre lingue a cura di William Cisilino e Michele Calligaris e con sottotitoli in italiano. E’ stato girato in varie location collinari friulane e vi hanno preso parte anche I Cjastinârs» di Muris di Ragogna diretti da Elisa Frezzani e i tamburi del Gruppo Storico Città di Palmanova.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!