L’isola di Medea ritorna in tv (versione ridotta) e al cinema

2 Dicembre 2017

Immagine di Davide Toffolo

TRIESTE. Sabato 2 dicembre Maria Callas avrebbe festeggiato il suo 94° compleanno, ma si è spenta 40 anni fa a Parigi: il 2017 è stata l’occasione per ricordare a lungo la “divina” e un film ha voluto illuminare uno degli incontri più importanti della sua vita, quello con il regista e scrittore Pier Paolo Pasolini. “L’isola di Medea”, una produzione Lagunamovies – Karel scritta e diretta da Sergio Naitza, sostenuta da FVG Film Commission produttore associato Erich Jost, ha debuttato lo scorso settembre nella patria di Maria Callas, in occasione dell’International Film Festival di Atene.

Nei luoghi in cui ha trovato ispirazione, il Friuli Venezia Giulia, il film torna adesso con un articolato percorso che si apre domenica 3 dicembre con la messa in onda su Rai3 Fvg in versione ridotta (58’) nei programmi a diffusione regionale, alle 9’27’’ (replica 6 dicembre, Canale 103 dig. terrestre h 21.20). Rai5 aveva programmato il film il 16 settembre, in occasione dei 40 anni dalla scomparsa di Maria Callas: domenica il pubblico televisivo potrà ritrovare i ricordi e gli aneddoti degli amici più cari dei due artisti e di chi partecipò al set della “Medea” girata nel 1969 fra Grado, Anzio e la Cappadocia, dove Callas e Pasolini si incontrarono per la prima volta.

“L’isola di Medea” sarà poi presentato in sala in versione integrale (90’), alla presenza e con l’intervento del regista Sergio Naitza, lunedì 4 dicembre al Cinema Ariston di Trieste, alle 18: una serata promossa dalla Comunità Greca della città che si completa con la proiezione, alle 21 sempre all’Ariston, del film “Medea” di Pier Paolo Pasolini. E giovedì 7 dicembre il film sarà presentato a Cinemazero a Pordenone, città “pasoliniana” che ritrova un capolavoro del poeta e regista di Casarsa, ma anche un capitolo importante della sua vita. Martedì 5 e mercoledì 6 dicembre il percorso intorno a “Medea” si completa al Teatro Verdi di Pordenone, dove sarà di scena Franco Branciaroli, protagonista della storica “Medea” progettata da Luca Ronconi e riallestita da Daniele Salvo.

Condividi questo articolo!