LiberEtà, è stato un anno al top (e già si pensa al nuovo)

26 Maggio 2018

UDINE. Oltre 7 mila iscritti ai corsi per un totale di 9.424 ore di lezione: sono questi i numeri dell’Università delle LiberEtà del Friuli Venezia Giulia. Un ente che si dimostra essere ancora al vertice per numero di discenti e proposta qualitativa dei corsi. Si chiude così l’anno scolastico 2017/2018, per lasciare posto a un’altra intensa stagione di corsi, non senza aver tirato le somme delle straordinarie attività che si sono svolte quest’anno. A farla da padroni ancora una volta i corsi di lingua, con 1.168 iscritti per 145 corsi e oltre 3 mila ore di lezione. A ruota arrivano i laboratori del corpo, con 821 iscritti, 105 corsi e 1.298 ore di lezione. Nell’anno 2017/2018, ancora una volta sono state molte di più le donne iscritte rispetto agli uomini (2.367 contro 1.041), per un’età di 53,68 anni. L’Università delle LiberEtà però si è dimostrata essere molto inclusiva, in perfetta coerenza con il suo nome, anche rispetto all’anagrafe: ha accolto, infatti, un iscritto nato nel 1928 (90 anni) e uno nato nel 2007 (11 anni).

Quest’anno, oltre i progetti europei che rappresentano da sempre la cifra distintiva dell’ente di formazione e la confermata collaborazione con Erasmus+, si è consolidata la collaborazione con Israele attraverso un intensificarsi degli scambi e un progetto della direzione regionale all’istruzione finalizzato a studiare il modello di Educazione degli Adulti israeliano e in particolare di MOdi’In, riconosciuta dallUnesco come Learning City e che ha visto l’Università delle LiberEta come partner scientifico. Importante è anche la consolidata collaborazione con l’Agenzia Nazionale Erasmus+ con cui si stanno pianificando eventi nazionali e internazionali. Oltre alla consueta programmazione di corsi, anche quest’anno si svolgeranno progetti ulteriori grazie alle collaborazioni che ormai l’ente di formazione presieduto da Pina Raso ha creato negli anni.

Ecco alcune anticipazioni delle attività. Corso di avvicinamento al vino 1 e 2, in collaborazione con diverse aziende del territorio. Confermata anche la collaborazione con i Civici Musei di Udine per andare alla scoperta di Casa Cavazzini: il corso, curato da Vania Gransinigh curatrice del Museo, si svolgerà in 4 lezioni. Collaborazione alla base anche dei progetti dei laboratori artistici di Trame d’Arte, con i corsisti che dopo aver visitato Casa Cavazzini elaboreranno opere ispirate all’arte moderna e al patrimonio del museo stesso. Un’altra collaborazione rinnovata è quella con l’ordine dei farmacisti della provincia di Udine, che ha portato all’ideazione del ciclo di corsi “Fitoterapia e medicine non convenzionali in convenzione”.

Anche la libreria Ubik si conferma partner dell’Università delle LiberEtà, con il sodalizio che ha creato un calendario di appuntamenti gratuiti (fino ad esaurimento posti) che si svolgeranno ogni martedì dalle 18 alle 19 nella libreria di piazzetta Marconi a Udine. Grande consenso anche per il progetto “Stare bene” in collaborazione con il Città Fiera e il dr. Claudio Noacco, direttore sanitario del poliambulatorio Città della Salute: un percorso formativo trasversale per sensibilizzare le persone sul tema della qualità della vita. Torneranno anche i concerti in convenzione con il Conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini, che esordirà il 16 febbraio con la stagione di musica da camera nella sede dell’Università delle LiberEtà di via Napoli a Udine. A sigillare il cambio di stagione sarà, infine, lo spettacolo teatrale “Lisistrata e Argentasia” liberamente tratto dall’opera di Aristofane e curato dall’insegnante Giuseppina Trifiletti, Romeo Crapiz e Paola Ferraro, che si svolgerà venerdì 1 giugno alle 20.30 al Teatro San Giorgio di Udine. A salire sul palco gli allievi del corso “Recitare che passione!”.

Prima di dare il via alla stagione 2018/2019, si svolgeranno comunque una serie di corsi per accontentare anche quanti decideranno di passare l’estate in città: dalla biodanza alla chitarra, passando per la cucina vegetariana e il pilates.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!