Leggere il Cantiere si congeda

23 Agosto 2017

MONFALCONE. Avrà luogo sabato 26 agosto, alle 18:30, il secondo e ultimo appuntamento con “Leggere il Cantiere”, evento organizzato dalla Biblioteca Comunale di Monfalcone e ospitato dal nuovo MuCa – Museo della Cantieristica di via del Mercato 3 a Panzano. Il gruppo di lettori volontari “Lettori in Cantiere” si cimenterà con la lettura ad alta voce di brani sul tema del lavoro di ieri e di oggi. Ad accompagnare le letture, due musicisti d’eccezione: Giorgio Pacorig al piano Rhodes e Daniele D’Agaro al sassofono e clarinetto. L’ingresso all’evento sarà libero a partire dalle 18:30. Il museo sarà aperto con orario regolare e regolare tariffazione dalle 16 alle 19 (chiusura biglietteria ore 18.30).

Giorgio Pacorig ha cominciato a suonare il piano a otto anni e dal 1987 si dedica al jazz e alla musica improvvisata. Nel 1996 ha ottenuto il diploma in pianoforte al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste e da allora la sua intensa attività musicale l’ha portato ad esibirsi in numerosi festival, teatri e club. Nel 2001 con altri musicisti del Nordest ha fondato l’associazione Phophonix per lo studio, la promozione e la diffusione di attività per ensemble di musica improvvisata, facendo nascere l’Orchestra Phophonix. Dal 1999 al 2007 ha collaborato con la cantante pop Elisa Toffoli. Ha partecipato anche a progetti multimediali che coinvolgono il cinema, la pittura e il teatro. Nel 2009 è stato project manager dell’Orchestra de mati de Trieste, nata all’interno del Dipartimento di Salute Mentale, organizzando workshop musicali allo scopo di coinvolgere utenti e pazienti.

Daniele D’Agaro ha iniziato le sue attività musicali nel 1979 con la Mitteleuropa Orchestra. Ha vissuto a Berlino e ad Amsterdam, dove ha lavorato con i gruppi più rappresentativi della scena internazionale, sia nel campo del jazz sia della musica improvvisata. Nel 1989 ha formato il trio Lingua Franca con il violoncellista Tristan Honsinger e il bassista Ernst Glerum. Con i colleghi Sean Bergin e Tobias Delius, ha fondato il Trio San Francisco, formazione che combina vari aspetti della improvvisazione, quali il jazz, la musica Kwela delle Townships sudafricane, la musica folk con diverse combinazioni di strumenti quali sassofoni, clarinetti, flauto, la fisarmonica diatonica. Nel 1996 torna a vivere in Friuli, dove forma un duo con Mauro Costantini all’organo liturgico suonando discanti aquileiesi post-gregoriani, musiche dai concerti sacri di Duke Ellington, proprie composizioni e libere improvvisazioni. Ha eseguito tournée negli USA con un suo quartetto comprendente Robert Barry (il batterista a fianco di Sun Ra dagli anni 1950), Jeb Bishop e Kent Kessler ed ha insegnato alla School of Art Institute of Chicago. Dal 2003 dirige The Adriatics Orchestra, una ampia formazione internazionale, dedicata alle attuali metodologie compositive e alla libera improvvisazione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!