Le scuole del Progetto Medes arrivano domani a Sacile

21 Marzo 2022

SACILE. Si realizza a Sacile un’altra importante fase del progetto europeo AdTransMedes, che prosegue come “disseminazione di buone prassi” nell’attuare la strategia della mediazione come strumento innovativo per combattere l’abbandono scolastico e la conflittualità relazionale, a cominciare proprio dagli ambienti scolastici ed educativi. La metodologia prodotta dal primo percorso Medes (2015-18) tra Vila-real e Sacile viene infatti oggi diffusa in un più ampio contesto europeo grazie ai rapporti di collaborazione tra le quattro città gemellate che, sotto la guida del lead partner spagnolo del Municipio di Vila-real e grazie alle relazioni internazionali del Comune di Sacile, vede inserite in questo network anche La Réole e Novigrad-Cittanova, per un totale di 12 partner in 4 Paesi europei.

Protagoniste del progetto, insieme a tutte le Amministrazioni comunali e a due istituzioni socio-educative come la Cooperativa Itaca e l’Associazione francese Solid’Avenir, sono le scuole, che stanno formando docenti e soprattutto alunni nella pratica della mediazione. Sono in tutto 5 gli Istituti che condividono questo percorso: l’istituto Comprensivo di Sacile, con la Scuola Secondaria Balliana-Nievo, l’Ies Miralcamp di Vila-real, la scuola elementare italiana e la scuola elementare Rivarela di Novigrad-Cittanova e il Lycée Jean Renou di La Réole.

Nella settimana dal 21 al 26 marzo tutto il gruppo di lavoro di AdTransMedes sarà a Sacile per condividere le attività di progetto: la riunione transnazionale di tutti i delegati dei partner, coordinata dal Comune di Sacile, e un intenso programma di attività formative, culturali e ricreative per far incontrare e conoscere gli alunni mediatori e i loro insegnanti, con un programma curato dall’Istituto Comprensivo di Sacile.

Nell’agenda della settimana, coordinata dalla Dirigente scolastica Armida Muz e seguita dai docenti referenti della scuola Balliana-Nievo con gli operatori di Itaca e del Centro Zanca, momenti di formazione attiva sulle tecniche di mediazione, visite ad altre scuole della città per confrontare percorsi e risultati del metodo Medes, uscite didattiche e culturali di gruppo (Trieste, con un’opera al Teatro Verdi, e Venezia tra le mete prescelte, oltre a una passeggiata nel centro storico di Sacile), un incontro plenario a scuola con esibizione dell’Orchestra della Balliana-Nievo e un originale laboratorio creativo dal titolo “I wear mediation” per trovare l’immagine evocativa del Medes da traferire poi su un set di magliette “griffate” che potranno essere indossate da tutto il gruppo studentesco nel prossimo conclusivo incontro del progetto, in calendario a Vila-real nel mese di maggio. In totale saranno circa 40 gli studenti e 15 i docenti coinvolti nelle attività.

Per ringraziare le Scuole dell’impegno profuso nel progetto, che ha coinciso proprio con gli anni difficili della pandemia da Covid-19, il Comune di Sacile, attraverso il Sindaco Carlo Spagnol e l’Assessore alla Cultura e Istruzione Ruggero Spagnol, ha rivolto a tutte le Scuole partecipanti un pensiero di gratitudine consegnando pubblicamente un riconoscimento per il percorso di formazione nella mediazione AdTransMedes attuato da docenti e studenti “nella convinzione che dialogo e solidarietà sapranno contribuire concretamente alla costruzione di un futuro migliore per le prossime generazioni europee”.

Info sui contenuti del progetto Medes: http://medes.vila-real.es | Facebook @comunedisacile

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!