Le Quattro Stagioni di Vivaldi nella base aerea di Aviano

17 Dicembre 2021

Massimo Belli

AVIANO. Per la prima volta l’Aeroporto “Pagliano e Gori” di Aviano ha aperto le porte a un concerto organizzato da Piano Fvg nell’ambito dell’omonimo festival internazionale diretto da Davide Fregona. Protagonista dell’evento d’eccezione una formazione di spicco nel panorama regionale, la Nuova Orchestra Ferruccio Busoni, complesso fondato nel 1965, una delle prime Orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica a livello regionale, diretta dal M° Massimo Belli.

Il programma musicale del concerto – dedicato ai lavoratori italiani e americani della Base di Aviano – ha presentato in apertura l’esecuzione degli Inni Americano e Italiano per poi proporre i quattro concerti per violino e Orchestra di Vivaldi conosciuti come “Le quattro Stagioni”, repertorio tanto celebre quanto immortale che ha potuto contare sul violino solista di Lucio Degani. A chiusura, l’affascinante “Ground in fa maggiore” di Henry Purcell. Qui l’esecuzione è stata affidata a tre allieve del conservatorio “G. Tartini” di Trieste – Diletta Capua, Myriam Genito e Anna Talbot – che hanno suonato le Arpe celtiche “made in Friuli”, ovvero gli strumenti realizzati dagli studenti dell’Istituto tecnico e professionale “Bruno Carniello” di Brugnera nell’ambito dei progetti di Legno Vivo, l’evento annuale organizzato dal Distretto culturale del Friuli presieduto da Dory Deriu Frasson.

Lucio Degani

«Sono veramente lieto e grato di aver accolto alla base aerea di Aviano questo bellissimo e importante evento musicale – ha spiegato il comandante Marco Schiattoni dell’aeroporto Pagliano e Gori -. Oggi più che mai la nostra gente ha bisogno di tornare alla normalità vera, alla socialità che ci appartiene, allo stare insieme godendo delle bellezze che ci circondano e la musica, in tal senso, è un elemento fondamentale per poter superare le nostre paure e le sofferenze di questi momenti difficili: come diceva Platone, La musica è per l’anima quello che la ginnastica è per il corpo».

Da parte sua, il Brigadier General Jason E. Bailey, Comandante del 31° Fighter Wing, ha condiviso la soddisfazione per l’evento: «E‘ stato un vero piacere ospitare questo concerto in vista delle festività natalizie: nella difficoltà abbiamo imparato l’importanza di restare uniti. Così come nella missione quotidiana ad Aviano formiamo un team coeso con i nostri partner Italiani, la musica che entra nell’auditorium della nostra Base ci dimostra che la melodia, il ritmo e l’armonia hanno il potere di connettere le persone, anche nei momenti difficili. L’augurio – ha concluso – è che questa serata contribuisca a promuovere relazioni, comprensione e comunicazione ancora migliori tra i nostri popoli».

Gli ha fatto eco Davide Fregona, ideatore e direttore artistico di Piano Fvg, ha ricordato che «il Festival internazionale del Friuli Venezia Giulia, che si svolge con cadenza biennale, prosegue con successo il proprio cammino: quello alla Base di Aviano, nella sua unicità, è l’ennesimo appuntamento che va ad aggiungersi ai numerosi concerti proposti in ambito regionale, nazionale ed internazionale. Con le celeberrime quattro stagioni di Vivaldi abbiamo voluto proporre un programma musicale che ben si legasse alle festività del Natale. L’auspicio – ha concluso Fregona – è che questo concerto sia il primo di una lunga serie di eventi nella Base Aerea di Aviano».

Condividi questo articolo!