Le giovani realtà del teatro si confrontano alla Nico Pepe

16 Novembre 2016

UDINE. Domenica 20 novembre a plasmare la scena della Nico Pepe saranno giovani attori under 35 selezionati a partecipare al Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro della nona edizione. Provenienti da tutto il territorio italiano, sono 11 i monologhi e 10 i gruppi di attori che presenteranno i personali progetti interamente inediti.

UD_Nico Pepe_Domani mi alzoAlle ore 10 di domenica, alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine, avrà luogo infatti la manifestazione del sempre atteso Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro. A fronte di più di un centinaio di richieste pervenute, sono in totale 21 le compagnie selezionate a partecipare alla nona edizione che durante l’arco dell’intera giornata esibiranno i propri eleborati teatrali inediti per concorrere al Premio 2016. L’impronta del progetto possiede come da sempre negli anni, un carattere dall’elevata qualità e dalle forte ambizione. Elementi che ne forniscono prova tangibile sono la capillare provenienza dei partecipanti ammessi, la loro sentita partecipazione e la sostanza qualificata della giuria.

Provenienti da tutta Italia, i ragazzi selezionati vantano formazioni ed esperienze appassionate e dalla matrice poliedrica; molti di loro infatti sono allievi diplomati nelle maggiori scuole di teatro italiane, quali l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma, la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e la stessa Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine. La commissione che si occuperà di giudicare le varie esibizioni presenta anch’essa una natura estremamente professionale e multiforme. Attori, registi, critici teatrali, danzatori, drammaturghi, direttori artistici e di produzione, giornalisti e docenti… professionisti di vaglia che si sono impegnati a esaminare i progetti ripartiti in tre giurie, artistica, giornalisti e docenti della Nico Pepe.

Il Premio incarna pertanto una possibilità di confronto e di dialogo, nonché un’occasione di valore per i concorrenti di promozione, inserimento e visibilità all’interno del panorama dell’attuale e del futuro palcoscenico teatrale a livello internazionale. La sfida del Premio è proprio quella di fungere da trampolino di lancio verso un ulteriore sviluppo dei progetti premiati. Le porte della Pepe si spalancano inoltre a tutto il curioso e interessato pubblico cittadino e del territorio (ingresso libero) che ha l’opportunità di fare da spettatore e che intende trascorrere una giornata all’insegna dello svago, della riflessione e del riso, cogliendo le contemporanee inclinazioni del teatro e le diverse sensibilità che vivificano il pensiero della gioventù odierna, indizio di indole sociale.

Il Direttore Claudio de Maglio, in accordo con i docenti della Civica Accademia, ha deciso di dedicare il Premio di quest’anno a Raphael Schumacher, allievo diplomato, scomparso recentemente, che sulla scena aveva dato prova di un talento emergente. Al concludersi delle esibizioni dei vari progetti si effettuerà la consegna dei diplomi agli allievi che hanno da poco terminato il corso di studi triennale e la finale assegnazione dei premi, al termine di una giornata che si preannuncia intensissima come al solito.

La composizione delle giurie. Giuria Artistica – Claudio de Maglio, Rita Maffei, Roberto Canziani, Franco Però, Arturo Cirillo, Massimo Navone, Tommaso Chimenti, Marco Sgrosso. Giuria Giornalisti – Stefano Damiani, Gianpaolo Carbonetto, Fabiana Dallavalle, Flavio Vidoni, Mario Brandolin. Giuria Docenti – Marco Toller, Monica Vendruscolo, Marta Bevilacqua, Elke Burul, Paola Bonesi, Gianni Cianchi, Valter Colle, Gabriele Mancini.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!