Le donne che fanno Scienza: incontriamo Gihan Kamel

13 Luglio 2016

TRIESTE. Nuovo appuntamento con “Donne e Scienza”, giovedì 14 luglio al Caffè del Teatro Verdi di Trieste, alle 19 – ingresso libero – si parlerà di “Scienza per la pace: il progetto SESAME”, ovvero la nuova sorgente di luce di sincrotrone in Medio Oriente, spiegato da una protagonista d’eccezione, una donna dedicata alla Scienza e al progresso del suo Paese: Gihan Kamel, docente presso il Dipartimento di Fisica nella Facoltà di Scienze dell’Università di Helwan, Egitto e responsabile di una delle linee di luce di SESAME, un laboratorio che illumina il Medio Oriente attraverso l’eccellenza scientifica e la collaborazione trasformando la pace in realtà.

kamel 2L’incontro – organizzato dall’Associazione ex alunni del Petrarca verte proprio sulla spiegazione del progetto. SESAME si occupa di creare un nuovo centro multidisciplinare che potrebbe contribuire a ridurre la fuga dei cervelli del Medio Oriente attraverso la creazione di opportunità di ricerca scientifica e servizi vicino a casa. SESAME sarà il primo sincrotrone del Medio Oriente, un potente dispositivo per la produzione di radiazione elettromagnetica, dall’infrarosso ai raggi X che, come un potente microscopio, permette di scienziati di scrutare atomi e molecole per capire la loro struttura, la composizione, e i processi nei materiali e nei processi vitali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!