Le ceramiche di Anna Maria Slongo a Poleart (Villa Manin)

26 Marzo 2022

CODROIPO. Dal martedì alla domenica, in ogni giorno di apertura al pubblico della Villa, fino al 10 aprile con ingresso libero negli spazi dell’Ufficio di informazione e accoglienza turistica sarà possibile ammirare le creazioni della ceramista Anna Maria Slongo, attiva a Lestizza con il suo laboratorio FantasieAMano.

“Dopo l’avvio positivo nella prima parte di marzo – spiegano i tre curatori del progetto, gli operatori volontari del Servizio Civile Universale Giulia Vatri, Eugenia Venier ed Enrico Fantino – con l’esposizione delle opere della mosaicista Giulia Vesentini, siamo pronti a continuare questo viaggio nell’artigianato del nostro territorio, grazie al supporto del Comitato regionale Pro Loco”. “Poleârt – aggiunge il presidente del Comitato regionale Pro Loco Valter Pezzarini – è il primo evento della ripartenza del nostro calendario qui a Villa Manin e vuole essere progetto pilota per offrire spunti di sviluppo ai futuri Operatori Volontari del Servizio Civile Universale che subentreranno nei prossimi anni, per creare una rete di artisti e artigiani solida e affermata localmente e non solo”.

Anna Maria Slongo nasce nel 1965 e cresce a Lestizza. La sua continua ricerca nell’ambito della creatività artistica e artigianale la porta ad incontrare la ceramica. Affascinata dalle molteplici possibilità di interpretazione di questo materiale, studia presso rinomati ceramisti facendo proprie diverse tecniche e trovando nella sperimentazione il proprio stile personale. Nel desiderio di cogliere e far scoprire le capacità di ognuno del “saper fare”, si forma a Faenza al metodo Bruno Munari® e consegue l’abilitazione a proporre percorsi e laboratori per ogni età operando con questo approccio. In ogni ‘incontro laboratorio’ da lei proposto si apprendono tecniche e, nel contempo, si favorisce un percorso emozionale gioioso di scoperta del ‘saper fare’, di realizzazione e di crescita interiore. Alla base di ogni suo manufatto, che viene realizzato a mano con passione ed estrema cura dei dettagli e delle finiture, c’è sempre il rispetto per l’ambiente e il desiderio che ogni creazione, anche la più piccola, sia portatrice di sentimenti belli e di operosità.

Il progetto ha come obiettivi la ricerca e la valorizzazione dell’attività di artisti e artigiani operanti in Fvg, nella fattispecie nei Comuni di origine dei tre operatori volontari: Codroipo, Lestizza e Varmo. Nasce così Poleârt, progetto che raccoglierà un susseguirsi di iniziative che abbiano l’arte e l’artigianato locali come protagonisti. Poleârt è la fusione di “Poleâr”, dal friulano “pollice”, e “art”, per sottolineare l’importanza dell’esperienza tattile nella creazione manuale di progetti unici nel loro genere.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!