L’avvincente storia dei Polidor

8 Ottobre 2019

PORDENONE. Alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, parallelamente alle proiezioni, proseguono al secondo piano del Teatro Verdi gli incontri di FilmFair. Domani, mercoledì 9 ottobre alle 18 la presentazione del libro Polidor e Polidor del critico, padre del programma di Rai Due Stracult, Marco Giusti (ed. Cineteca di Bologna, 2019) alla presenza dell’autore.

Polidor è il nome che scelse per le sue comiche Ferdinand Guillaume (1887-1977), uno dei più celebri comici del cinema muto, grande prima di Charlie Chaplin e di Buster Keaton. E primo Pinocchio cinematografico. Polidor è anche il nome che prese nel 1920 suo fratello Edouard Guillaume (1892-1964), diventato clown in Sudamerica, dopo aver letto che Ferdinand era morto a Napoli, in un incidente aereo, durante le riprese di un film. Polidor The Clown mantenne il nome anche negli Stati Uniti, quando venne scritturato dal Ringling Bros. and Barnum&Bailey Circus, il più grande circo del mondo, dove diventò una star internazionale.

Ma il ‘vero’ Polidor non era morto. In quell’incidente era morto invece un terzo fratello, Natale Guillaume (1888-1920), che lavorava con lui nella Polidor Film. Un grande dolore per Ferdinand, che, dopo la morte di Natale, lasciò il cinema e tornò sul palcoscenico. Nel 1923 fondò il Teatro della Risata, girando l’Italia fino agli anni Cinquanta, anche in mezzo alla guerra. Venne poi riscoperto da Federico Fellini, che ne fece un fraticello capace di riconoscere la grazia degli umili nelle “Notti di Cabiria” e un vecchio clown struggente nella “Dolce vita”. Proprio quando le cose sembravano girare bene per Ferdinand, grazie a Fellini, dall’altra parte del mondo Polidor The Clown, l’idolo dei bambini, diventò nel 1961 The Vengeful Clown, il clown assassino di River Vale, nel New Jersey. Uccise con due colpi d’ascia e cinquanta coltellate la sua compagna, la cavallerizza Elena Gabrielle Nelson, che non lo voleva più. Troppo vecchio e malato. “Hasta la muerte” scrisse dopo averla uccisa il vecchio clown. Fino alla morte. Poi cercò di farsi saltare in aria con dei petardi da circo. Puf! È allora che i giornali italiani partono alla ricerca del nostro Polidor, che non vedeva Edouard da cinquant’anni…

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!