Lavoro a Trieste: dibattito

26 Aprile 2021

TRIESTE. Alla vigilia del Primo Maggio, Festa del Lavoro, Un’altra città interpella alcuni esperti e la cittadinanza per dialogare sul tema del lavoro, a partire dal programma elaborato in vista delle amministrative di fine 2021. Inutile raccontare o cercare di spiegare il momento critico che stiamo vivendo, acuito anche dalla pandemia. Più utile focalizzare l’attenzione su cosa l’amministrazione comunale di una città, come Trieste, possa fare. Criticità a cui cercare di dare risposta, attraverso iniziative messe in campo al fine di fare incontrare, anche attraverso la collaborazione con la Regione, la domanda e l’offerta di lavoro; identificare il fabbisogno di personale dei sistemi pubblici; dotarsi di strumenti per favorire l’occupazione delle fasce deboli; riservare attenzione al contrasto della disoccupazione.

Un altro macro tema che necessiterebbe un approfondimento è il lavoro femminile: le problematiche strutturali che lo ostacolano e il potenziamento del servizio pubblico che potrebbe invece favorirlo. Nonché le questioni legate ai contratti, spesso part-time, precari e sottopagati. Le criticità sopra citate sono solo alcune delle problematiche emerse nella stesura; molte altre si aggiungeranno ad arricchire il programma elaborato grazie al confronto al link

https://us02web.zoom.us/j/87495904968?pwd=Ky9SQ1I3RndSUWV4Z2lkdVYxcS9rZz09

Lavorare in un’altra città, giovedì 29 aprile, alle 18. Interverrà Adriano Sincovich, Segretario Spi-Cgil Trieste. Coordinerà gli interventi di Laura Chies (Associata di Politica Economica, UniTs), Nicola Dal Magro, (Segretario Nidil-Cgil Trieste) e Luciano Bordin (Segreteria Regionale Cisl Fvg). Sarà possibile partecipare e intervenire anche sulla pagina FB di Un’altra città. Si rimanda all’evento FB (https://www.facebook.com/events/833002933969118/) e al Programma (https://unaltracittatriestehome.files.wordpress.com/2021/04/programma_uac_aprile_2021.pdf)

Condividi questo articolo!