Laboratori per bambini, per andare “dentro la fiaba”

15 Maggio 2016

GORIZIA. Inizieranno lunedì 16 maggio, dalle 9 alle 17, negli uffici di via Carducci 71, le iscrizioni ai Laboratori ‘Dentro la fiaba’ promossi da a.ArtistiAssociati, per i corsi in Sala Bergamas a Gradisca dal 13 al 18 giugno, dal 20 al 25 giugno e dal 27 giugno al 2 luglio e per quello al Teatro Comunale di Cormòns dal 29 agosto al 3 settembre. Le iscrizioni proseguiranno fino a esaurimento dei posti (20 ragazzi per ogni corso) nelle giornate di lunedì e venerdì dalle 9 alle 17. I laboratori sono destinati ai bambini nati dal 2005 al 2009 (per informazioni 0481/532317 e-mail organizzazione@artistiassociatigorizia.it).

dentro la fiaba 2Il laboratorio ‘Dentro la fiaba’, diventato ormai un punto di riferimento per molti ragazzi, si svilupperà in tre sezioni. Spazio Lettura: leggere per capire, per scoprire, per comunicare. A ogni segno corrisponde un suono, più suoni compongono un pensiero, un’idea. Chi meglio dei bambini può essere contenitore di idee e fantasie che attendono una forma per essere espresse al fine di creare storie o sogni? Ecco che la lettura assume una dimensione assoluta, è il punto di partenza per pensare, inventare e giocare. Attraverso la scoperta di parole nuove, di significati diversi, di associazione dei segni (lettere sì ma anche disegni) il bambino scopre un mondo destinato a non esaurirsi mai, anzi a estendersi sempre più, ma la cosa più importante è che impara a dare voce al pensiero. Leggere per comunicare (le gioie, i dolori, le emozioni) è il nostro primo obiettivo, senza necessariamente dover parlare. Naturalmente tutto avverrà all’insegna del gioco: il momento ludico è quello in cui il bambino abbassa le difese e le inibizioni ed è pronto a cogliere ogni stimolo esterno.

Spazio teatro: gli incontri di teatro saranno rivolti soprattutto allo sviluppo della coscienza del proprio corpo e della propria voce attraverso divertenti esercizi che possono aiutare a conoscere e a dosare le proprie energie e risorse, rispettando di conseguenza quelle degli altri. Il bambino si abitua a rispettare i tempi e le necessità con esercizi sul ritmo, sulla vocalità e sul movimento, imparerà così quali sono le particolarità del suo corpo e della sua voce, sviluppandone le potenzialità, all’interno del gruppo. Fondamentale sarà passare all’improvvisazione lasciando massima libertà ai bimbi, che in un secondo momento dovranno muoversi all’interno di una struttura narrativa (la fiaba) senza rinunciare però alla creazione fantastica e libera. Ci si avvicina così alla scoperta dei personaggi, delle situazioni e delle loro caratteristiche. Attraverso prove e tentativi i bambini scelgono come dar voce e movimento al loro personaggio così, assieme agli educatori e ai compagni costruiscono l’evento teatrale.

Spazio musica: mentre dormiamo tutti i nostri sensi si interrompono, ma l’orecchio veglia sempre. Ad ogni personaggio ad ogni situazione corrisponde un ritmo, un suono, cercheremo quindi, insieme ai bambini, di dare una dimensione musicale alla storia, dall’uso semplice e istintivo della voce e di alcuni strumenti musicali, a quella più coordinata e complessa del canto unito al movimento. Tramite un’attenta guida i bambini impareranno a cantare, parlare e muoversi su un ritmo, su una melodia più o meno complessa, a trovare una naturale connessione tra l’uso della voce, del corpo e il sentimento che intendo esprimere, a lavorare in gruppo e individualmente, naturalmente in armonia con la musica.

Condividi questo articolo!