La voce-strumento di John De Leo apre More Than Jazz

30 Giugno 2021

John De Leo

UDINE. Sta per alzarsi il sipario su More Than Jazz, la rassegna musicale organizzata da SimulArte che accompagnerà il pubblico friulano lungo tutta l’estate con un appuntamento fisso, il giovedì, all’insegna della grande musica e della socialità. Ad aprire il festival, giovedì 1° luglio alle 21.30 in piazza Liberà a Udine, sarà la voce-strumento di John De Leo. Gli standard in versione rock and roll e i temi delle canzoni di Elvis Presley e Stray Cats saranno riproposti in chiave improvvisativa e abbinati a brani inediti. Un serissimo gioco di stilemi e linguaggi antipodici che coinvolgerà quattro musicisti eccelsi e dalle larghe vedute. Oltre a John De Leo alla voce, Enrico Terragnoli alla chitarra, Stefano Senni al contrabbasso, Fabio Nobile alla batteria.

Artista trasversale, dalla vocalità duttile e sperimentale, De Leo, al secolo Massimo De Leonardis, s’innesta in un’articolata concezione compositiva che attinge ai folklori popolari, al jazz, al rock, alla classica contemporanea, fino al reading e alle arti performative. Il critico e musicologo Stefano Zenni lo ha definito «il cantante più importante oggi in Italia». Collaboratore e promotore di innumerevoli progetti artistici non strettamente a carattere musicale, De Leo ha lavorato con decine di artisti di fama internazionale come Teresa De Sio e Metissage, Stefano Benni, Banco del Mutuo Soccorso, Carlo Lucarelli, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Franco Battiato, Enrico Rava, Carmen Consoli, Ivano Fossati, Alessandro Bergonzoni, Uri Caine, Caparezza e molti altri.

Il concerto, come tutti quelli proposti da More Than Jazz, è a ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria sul sito www.morethanjazz.it, via telefono al numero 0432 1482124 dal lunedì al sabato dalle 16 alle 19 o via email all’indirizzo biglietteria@simularte.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!