La voce soul di Habaka Jkf a Pasiano e Azzano Decimo

5 Luglio 2019

Habaka Kfj

PASIANO. E’ ormai una ospite affezionata del pordenonese – grazie alla collaborazione con la Nam Lab e col batterista Loris Veronesi – la cantante Habaka Jkf, una delle più belle voci blues e jazz a livello internazionale, innamorata dell’Italia. Sabato 6 luglio in serata si esibirà al Podere dell’Angelo di Pasiano (dove nel pomeriggio terrà anche una masterclass di canto) per poi fare tappa in piazza ad Azzano Decimo lunedì 8 luglio in occasione dei lunedì sotto le stelle.

Vincitrice del Black Music Award 2019/Las Vegas per “Best Female Jazz Performer”, Habaka Kay Foster Jackson è nata nella “città della musica”, Nashville, nel Tennessee, discendente di un lignaggio di musicisti ed entertainers. Suo nonno Jerry Jackson era pianista e promoter, la mamma Mary Ann Jackson, ballerina di fama internazionale e cantante jazz, il padre Melvin Jackson leggendario sassofonista per più di venti anni nientemeno che con il re del Blues, B.B.King. Continuando la tradizione di famiglia, Habaka si è esibita incantando il pubblico europeo e americano in alcuni dei più prestigiosi club, festival, teatri, cattedrali e anche davanti alla nobiltà.

La sua prima registrazione è col gruppo Iz Army nell’Lp The Bomb su etichetta Amp Records. La musica Gospel, altra sua passione, la porta a incidere il disco successivo, Eternal Life, per la Exodus, come cantante solista del gruppo Burning Bush. Oggi tra le più ricercate voci in ambito blues, jazz e gospel, Habaka ha collaborato in vari progetti e registrazioni. A proprio nome sono invece usciti i classici delle festività natalizie Back in the city… It’s Christmas e I Will Wait For You, per Tate Music Group, e l’Ep Just Say I Love Him. In distribuzione il nuovo album Heritage Blue, su etichetta Husky Tone Records, che sin dal titolo rimanda alla provenienza da una storia familiare tanto carica di influenze musicali. Il disco la vede impegnata in un tour de force di standard del blues, soul, e del jazz, riarrangiati secondo lo stile-Habaka per portare questi antichi classici di ieri nel ventunesimo secolo, in un viaggio che porta gli ascoltatori dal blues al jazz, dal piacere al dolore, e in tutto quel che ci sta in mezzo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!