La Val Colvera si anima con il Brocante Festival del Circo

27 Luglio 2021

FRISANCO. Brocante, il Festival di Circo Contemporaneo, avrà luogo nei giorni 28, 29 e 30 luglio in Val Colvera. A caratterizzare questa edizione di Brocante saranno le creazioni di spettacoli itineranti e ripetuti diretti da Roberto Magro: gli allievi delle scuole di circo Flic (Italia), Doch (Svezia), Codarts (Olanda) e Inac (Portogallo), animeranno i boschi e i prati nei pressi di Frisanco, Poffabro e Casasola costeggiando i loro torrenti e percorrendo i loro sentieri.

L’idea del “cammino”, dunque, è stata la scintilla per la scelta del tema 2021: Sherpa, una figura che racchiude diversi spunti di ragionamento. In lingua Tibetana “Sher” significa Oriente e generalizzando, è da Oriente che nell’immaginario collettivo occidentale, arriva ciò che è ritenuto più distante, sia da un punto di vista culturale che fisico. Figurativamente è un po’ quello che succede a Brocante, i cui artisti arrivano tutti da lontano; arrivano in un luogo di confine, in un luogo le cui genti sono viaggiatori silenziosi a loro volta. “Pa” significa gente, termine in cui identifichiamo gli spettatori – generalmente friulani – che da anni convivono con il festival radicato nel territorio. Spettatori che vedono il festival come il passare di culture diverse in cui potersi identificare o semplicemente da poter conoscere in quanto scopritori di mondi nuovi loro stessi.

Con il tema di Brocante 2021 lo spettatore sarà capace di rispettare la dignità degli esseri umani e della natura come un vero Sherpa. Attraverserà quel palcoscenico naturale che è la Val Colvera lungo sentieri tra le bellezze più nascoste, lontane da strade convenzionali. Ogni sentiero sarà legato alle diverse forme di espressione che descrivono il circo, tali forme daranno vita a tre principali filoni più uno: “Everest”, “NeverEst” e “Whateverest” con “Belzebuth”. “Everest” è la creazione dedicata a sette abitanti in particolare della Val Colvera, quelli nati negli anni ’20 del 1900. L’ispirazione arriva dalla prima spedizione verso la cima del monte Everest del 1924. Un tentativo fallito che però rappresenta chiaramente lo slancio tecnologico di quel tempo.

“NeverEst” è un Amarcord, guarda ai ricordi della nostra infanzia o i ricordi che ci hanno raccontato le nostre nonne. Parla di una quotidianità sepolta che fa luccicare gli occhi quando riemerge. “A cosa pensi se ti dico macchina da scrivere, cerbottana o cabina telefonica?”. “WhatEverest” si ispira al mondo onirico di “Alice nel Paese delle meraviglie”, indaga sul potere della fantasia capace di costruire realtà diverse dalla nostra, capace di farci guardare il mondo con occhi nuovi. O di poterne costruire uno daccapo. “Belzebuth” è lo spettacolo che andrà in scena giovedì 29 alle 21 al Plan Dali Striis, dove le streghe si incontravano con Belzebù per folleggiare tutta la notte. Ispirato all’inferno dantesco, farà riflettere su quando i sette vizi capitali e i nuovi vizi nascosti della nostra “ipersocietà” diventano la colpa per cui si finisce all’inferno.

Le escursioni necessitano di un equipaggiamento adeguato, si tratta di un livello medio di difficoltà e dalla percorrenza di 2 chilometri in media. Sarà possibile restare in contatto – e prenotare – attraverso il sito web: www.brocantiere.com, la pagina facebook www.facebook.com/BrocanteFestival, il numero di telefono +39 3313020293.

Brocante festival è realizzato grazie al supporto di Comune di Frisanco, Pro Loco ValColvera, Regione Fvg, Fondazione Friuli, FriulOvest Banca, Flic scuola di circo, Circo all’incirca, Circusnext – European circus label e di tutti i volontari.

Condividi questo articolo!