La storia della Danza tedesca la racconta l’Orchestra d’archi

20 Agosto 2017

CERVIGNANO. Torna in provincia di Udine, il Festival Nei Suoni dei Luoghi, organizzato dall’Associazione Progetto Musica con il contributo della Regione Fvg, la sponsorizzazione delle BCC del Fvg e il sostegno della Fondazione CRTrieste, della Fondazione Friuli e dei Comuni partecipanti. L’appuntamento, a ingresso libero e accessibile, è per martedì 22 agosto alle 20.45 a Villa Bresciani Attems Auersperg a Cervignano (in caso di maltempo al Teatro Pasolini) con il concerto dell’Orchestra d’Archi Italiana diretta dal Maestro Enrico Bronzi, una formazione nata nel 1994 che con la sua attività prosegue, rinnovandola, la lunga tradizione veneta della musica per archi. Prima del concerto alle 20, visita guidata gratuita alla Cappella gentilizia della Villa, a cura del Gruppo Archeologico Aquileiese.

Il concerto – che fa parte del mini circuito “Cercando Mozart”, novità 2017 di Nei Suoni dei Luoghi – racconterà la storia della Danza tedesca tutta giocata sul numero 3 (tanti sono i tempi della danza tedesca), piena di humour ed eleganza, con un programma che spazia da W. A. Mozart , J. Haydn, F. Schubert e A. Shöenberg. La Danza tedesca è uno dei generi fondamentali di cui si è nutrito il classicismo viennese. Raccontare la Danza tedesca equivale a raccontare il florido rapporto tra la prassi musicale colta settecentesca e il popolare. Dall’incontro delle anciennes galanteries con la danza austriaca nascerà il Menuetto classico (che evolve poi nello Scherzo), successivamente il Walzer che farà la gloria dell’Impero.

Nata da un gruppo di giovani strumentisti guidati da Mario Brunello, l’Orchestra d’Archi Italiana da quest’anno continua la propria formazione artistica con il violoncellista Enrico Bronzi, al quale è stata affidata la direzione artistica. L’ODAI nel corso degli anni ha collezionato grandi successi, affermandosi nel panorama musicale nazionale e internazionale grazie ad un susseguirsi di critiche entusiastiche. L’ODAI è regolarmente invitata da prestigiose stagioni concertistiche e si distingue per la commistione frequente nei suoi concerti di temi di cultura contemporanea grazie alla presenza di personalità come Padre Enzo Bianchi, Erri De Luca, Alessandro Baricco, Philippe Daverio, Milena Gabanelli, Stefano Benni e Marco Paolini e altri.

Prossimo appuntamento di Nei Suoni dei Luoghi a Staranzano mercoledì 23 agosto alle 20.45 con l’Etno Ploč Trio e la loro musica che unisce sonorità balcaniche a klezmer, blues, jazz, tango a molto altro in un’unica emozione.

Condividi questo articolo!