La Sinfonica del Tartini apre l’Anno accademico e accoglie il Presidente Mattarella

17 Novembre 2019

Orchestra Sinfonica del Tartini

TRIESTE. Si rinnova l’appuntamento con la produzione musicale più attesa dell’anno, nella Stagione del Conservatorio Tartini: il concerto “Préludes Académiques” riporterà in scena al Politeama Rossetti di Trieste l’Orchestra Sinfonica del Tartini, un organico forte di oltre ottanta giovani musicisti, diretto per l’occasione dal Maestro Adriano Martinolli D’Arcy su preziose partiture di Antonio Illersberg (Preludio e Capriccio), Johannes Brahms (Akademische Festouverture op. 80), Franz Liszt (Les préludes) e Franz von Suppé (4 Danze e Finale dall’opera “Il Ritorno del Marinaio”). Il sipario si alzerà lunedì 18 novembre, alle 18.30 al Politeama Rossetti di Trieste.

L’evento sigla l’avvio dell’Anno Accademico 2019 – 2020 del Conservatorio Tartini, e sarà preceduto dal matinée per le scuole alle 11.30, con oltre un migliaio di studenti della provincia di Trieste. La produzione della Sinfonica del Tartini sarà poi in tour mercoledì 20 novembre al Teatro Comunale di Monfalcone (ore 20.30) e venerdì 22 novembre al Teatro Odeon di Latisana (ore 20.45), violino solista Yulia Berinskaya. L’ingresso agli eventi è aperto al pubblico gratuitamente, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Adriano Martinolli d’Arcy

Come sempre, il Concerto inaugurale offrirà l’occasione per consegnare i Premi speciali di studio ai migliori diplomati dell’Anno Accademico 2018-2019, integrati dalle borse di studio per il miglior studente di pianoforte (donatore il prof. Cobalti), e per un lavoro di conversione digitale ad uno studente di Musica Elettronica (donatrice la Società dei Concerti di Trieste).

Prenotazioni per il Concerto al Politeama Rossetti presso 040.6724911 www.conservatorio.trieste.it

L’Orchestra Sinfonica del Tartini, inoltre, si esibirà martedì 19 novembre, in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico della Sissa, alla presenza del presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella: nell’occasione eseguirà l’Inno nazionale italiano e l’Aria sulla IV corda di J.S. Bach.

Condividi questo articolo!