La simulazione Onu ha cominciato i lavori al Diacono

26 Novembre 2017

CIVIDALE. 350 studenti di 26 scuole superiori di tutta Italia ed estere hanno dato il via al CFMUNESCO 2017, la simulazione dei dibattiti delle Nazioni Unite (MUN) organizzata dal Convitto Nazionale ‘Paolo Diacono’, che continueranno fino a martedì 28 novembre, consentendo agli studenti di vestire i panni di delegati ONU e confrontarsi su temi socio politici mondiali di attualità centrati sul tema “Commemorating World War I”. Gremito il Centro San Francesco per la cerimonia di apertura svoltasi ieri pomeriggio, che ha sancito ufficialmente l’inizio della quarta edizione dell’evento.

Il tavolo dei delegati; al microfono Patrizia Pavatti

Ai saluti di benvenuto del Segretario Generale del CFMUNESCO, lo studente Simone Clavora, e del Rettore del Convitto Paolo Diacono Patrizia Pavatti, si sono uniti gli interventi delle autorità: l’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Mariagrazia Santoro e l’Assessore alle attività produttive del comune di Cividale Angela Zappulla. In rappresentanza della Croce Rossa Internazionale sono intervenuti Leila Castillo, Head Humanitarian Diplomacy Italian Red Cross, Milena-Maria Cisilino, Presidente del Comitato Regionale CRI del Friuli Venezia Giulia, Marzia Como, vicepresidente del Comitato Regionale CRI del Friuli Venezia Giulia e Alessandro Macorutti, Segretario del Comitato Regionale CRI del Friuli Venezia Giulia. Tutti hanno apprezzato il valore di un progetto formativo qualificante ed incoraggiato gli studenti a proseguire lungo questo percorso all’insegna della riflessione, del dialogo e della tolleranza verso le altre culture.

Seguono ora tre intense giornate all’insegna di incontri, dibattiti e simulazioni. Studenti di età compresa tra i 14 e i 19 anni e provenienti da scuole superiori di Paesi come, oltre all’Italia, Argentina, Australia, Croazia, Olanda, Russia e Slovenia dibatteranno in inglese fianco a fianco con coetanei europei, per trovare soluzioni ai problemi affrontati tramite le uniche armi della parola e della mediazione, vestendo i panni di delegati ONU. L’evento si concluderà con la cerimonia di chiusura di martedì 28 novembre dalle 15 alle 16 al Teatro Ristori di Cividale (aperta al pubblico), in occasione della quale saranno premiate le delegazioni distintesi durante il dibattito.

Condividi questo articolo!