La Resurrezione (J. Tomadini) si riesegue dopo 45 anni

29 Aprile 2022

Filarmonici Friulani

UDINE. “La Resurrezione del Cristo” di Jacopo Tomadini risuona in Friuli Venezia Giulia dopo quasi cinquant’anni di silenzio. La cantata per soprano, coro e orchestra è una delle opere di maggiore pregio e rilievo musicale del compositore cividalese, ma dal 1977 non è più stata eseguita. Oggi il brano torna a risplendere grazie al prezioso lavoro di recupero realizzato insieme dal Coro Sante Sabide di Codroipo e dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani che culminerà con due concerti a ingresso libero: sabato 30 aprile, alle 20.45, nel Duomo di Codroipo e domenica 1° maggio, alle 18, nella Chiesa di San Pietro Martire di Udine. Due appuntamenti inseriti nel ricco programma della rassegna “Paschalia” dell’Usci Fvg che vedranno protagoniste le due compagini dirette dal Maestro Nicola Pascoli con la partecipazione del soprano Laura Ulloa, diplomata proprio al Conservatorio Tomadini e vincitrice del Premio delle Arti 2020 per il canto lirico.

Coro Sante Sabide

Jacopo Tomadini (Cividale, 1820-1883) è stato il principale compositore friulano dell’Ottocento, a cui è intitolato il Conservatorio cittadino. Composta nel 1863, “La resurrezione del Cristo” è una cantata per coro, soprano e orchestra su parafrasi della sequenza Victimae Paschali. Opera corposa e interessante, vincitrice di un concorso fiorentino che venne apprezzata addirittura da Franz Liszt. Tuttavia l’ultima esecuzione è del 1977 quando, al Teatro Alla Scala di Milano, fu protagonista di un concerto del Coro e dell’orchestra del Conservatorio udinese per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni terremotate.

Oggi nuovamente è un compositore friulano, il giovane gemonese Alessio Venier, a curare la prima edizione moderna, nonché la prima edizione critica in assoluto della cantata, pubblicata per la Pizzicato Verlag Helvetia. “Il lavoro non ci permette soltanto di poter apprezzare nuovamente l’opera tomadiniana, ma anche di mettere a disposizione di tutti dei nuovi materiali di studio per future esecuzioni.” Oltre alla partitura, infatti, Venier ha curato anche le parti orchestrali e la riduzione canto e pianoforte per le tante compagini corali. “Abbiamo avuto l’opportunità di creare uno strumento di memoria e tutela del valore della cantata”.

Laura Ulloa

In occasione della presentazione della nuova edizione, Franco Colussi, studioso e direttore di coro, sottolinea il grande valore musicale e culturale dell’attenzione posta al repertorio di Jacopo Tomadini. “Il mio plauso a chi ha deciso di riproporre questa cantata perché il dispendio di energie è significativo ed è uno dei motivi per cui sono state poche le esecuzioni della Resurrezione del Cristo”. Colussi aggiunge il modo in cui Baldini definiva Tomadini: “Un musicista insigne troppo poco conosciuto in vita, troppo presto dimenticato dopo la sua morte” a cui si aggiunge l’auspicio dello studioso che questa iniziativa risvegli l’interesse per questo compositore. “Da friulani, abbiamo l’onore e onere di poter e dover parlare di lui e far sì che la sua fama si diffonda e la sua musica venga sempre più eseguita”.

È significativo che siano i giovani a raccogliere il testimone dell’ultima esecuzione de “La Resurrezione del Cristo” per restituirla al pubblico e conservarne la memoria. I due concerti dedicati a Tomadini vedono la collaborazione tra l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, interamente composta da under 35 e di cui Venier è direttore artistico, e il Coro Sante Sabide di Codroipo, diretto da Cristian Cozzutti. A dirigere il Maestro Nicola Pascoli, di grande esperienza nel valorizzare la vocalità, mentre il ruolo di soprano solista è assegnato a Laura Ulloa, giovanissima cantante lirica di grande talento. Dopo essersi formata a Cuba e a Udine, e aver ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, è parte dell’Accademia di alto perfezionamento (Yap) del Teatro San Carlo di Napoli sotto la guida del soprano Mariella Devia.

I concerti di sabato 30 aprile, ore 20.45, Duomo di Codroipo e domenica 1. maggio, ore 18, Chiesa di San Pietro Martire di Udine sono a ingresso gratuito e realizzati con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Fvg e Usci Fvg.

Maggiori informazioni su www.filarmonicifriulani.com

Condividi questo articolo!