La Rai toglie il Tg regionale Notte ‘La Giunta Fvg si attivi’

28 Novembre 2021

TRIESTE. “L’informazione fornita dalla redazione giornalistica della sede Rai del Friuli Venezia Giulia è storicamente un punto di riferimento per i cittadini che con gli ascolti hanno dimostrato di seguire e apprezzare in misura anche superiore ad altre regioni: dovrebbe essere valorizzata e implementata, non tagliata. In ogni caso il calcolo di un risparmio irrisorio non può essere sovrapposto a una programmazione che è posti di lavoro e servizio alla comunità, ancor più importante in una Regione autonoma e con specificità culturali e linguistiche.

Invitiamo il presidente Fedriga a portare subito la questione in Conferenza delle Regioni, dove auspichiamo raccolga un consenso largo e trasversale da spendere nei confronti dei vertici della Rai”. Lo dichiara il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, dopo che è stata annunciata la decisione di eliminare, da gennaio, l’edizione notturna dei Tg Rai delle redazioni regionali.

Dello stesso avviso anche il capogruppo del Patto per l‘Autonomia, che giorni fa in una nota si era espresso in questi termini: «La notizia che la terza edizione dei Tg regionali della Rai sarà eliminata ci preoccupa molto. Siamo di fronte – afferma Massimo Moretuzzo – all’ennesimo attacco alle strutture territoriali, segno evidente di un progressivo processo di centralizzazione della Rai. Si tratta di un fatto grave, che mina la possibilità di dare alle comunità regionali un’informazione corretta e completa, della quale oggi c’è estremo bisogno, soprattutto in considerazione della pandemia in atto e delle conseguenze sociali che questa sta determinando.

A questo si aggiunge la colpevole inadeguatezza della Rai sul rispetto delle norme vigenti a tutela delle minoranze linguistiche. Ricordiamo ancora una volta che, a questo proposito, la nuova Convenzione sulla lingua friulana nel servizio pubblico radiotelevisivo, dopo diverse proroghe, non ha portato risultati significativi rispetto alle legittime richieste delle comunità di lingua friulana, evitando di affrontare, ancora una volta, la vera questione: la costituzione di una redazione giornalistica in grado di fare informazione in friulano, attraverso l’assunzione di giornalisti qualificati e di provata esperienza e la realizzazione di una vera sede operativa a Udine.

Chiediamo quindi che la Giunta regionale si attivi immediatamente per scongiurare l’eliminazione della terza edizione dei Tg regionali e per chiedere finalmente l’applicazione delle norme vigenti in tema di tutela delle minoranze linguistiche, norme che anche la Rai è tenuta a rispettare».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!