La pittura del Pordenone e l’obiettivo di Elio Ciol

5 Luglio 2017

CASARSA. Giovedì 6 luglio alle 21 nello Studio Il Glifo di Vincenza Crimi a Casarsa, in via Guidalberto Pasolini, Elisabetta Borean condurrà la serata d’arte “Il Pordenone attraverso l’obiettivo di Elio Ciol”. Un viaggio nella pittura del grande pittore friulano Giovanni Antonio de’ Sacchis detto il Pordenone, tra i più famosi del Rinascimento italiano, e le foto del maestro casarsese Elio Ciol alle sue opere. Seguirà brindisi finale con i vini spumanti della selezione Filari di Bolle 2017.

La mostra nell’ex municipio

L’evento s’inserisce nel calendario di eventi che per tutto luglio (e anche oltre, grazie alle aperture straordinarie) vedrà aperta a Casarsa, città di Pier Paolo Pasolini, la mostra “Elio Ciol nei Musei e nelle Collezioni Internazionali”, con 67 opere provenienti dal fondo fotografico di oltre 500 scatti che il grande fotografo Ciol, amico dello stesso poeta e di Padre David Maria Turoldo, ha donato con generosità alla sua comunità. Fotografie in un superbo bianco e nero, tra paesaggi friulani, dettagli di Assisi, volti dell’Italia del dopoguerra, già esposte in grandi musei internazionali a partire dal Metropolitan Museum di New York e dal Victoria and Albert Museum di Londra, solo per citarne due. L’esposizione è stata curata dal maestro Guido Cecere, docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Venezia, con la collaborazione del professor Massimo Carboni, docente all’Università della Tuscia di Viterbo e all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Ingresso gratuito nello Spazio espositivo di piazza IV Novembre (ex Sala Consiliare) il sabato dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Dal lunedì al venerdì possibili visite per gruppi su prenotazione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!