La Panarie: nuovo numero e incontro da Tarantola

5 Aprile 2016

UDINE. La nuova annata XLIX de «La Panarie» si apre confortata dalla grande attenzione che i Lettori hanno rivolto ai fascicoli precedenti e agli argomenti in essi trattati, ma anche dal grande successo ottenuto da «Gli Incontri de La Panarie», il nuovo format di eventi di approfondimento dove Autori e Lettori si confrontano sui temi di maggior interesse, in un cartellone culturale continuo e di ampio respiro.

La Panarie 183In questo nuovo numero 188, in uscita nelle librerie e presso le solite sedi di distribuzione il giorno venerdì 8 aprile, si è voluta celebrare la Festa della Donna attraverso figure femminili che, assieme all’orgoglio di essere donne, hanno saputo dedicare la propria vita al successo personale e culturale, prima che sociale. Ecco quindi le figure di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, la prima laureata della storia, e di Maddalena Del Gobbo, giovane e affermata violista da gamba. Ma anche la nuova rubrica delle “Scintille” di Rachele Di Luca, dove le parole si ergono sulle più alte vette narrative e poetiche per affrontare importanti tematiche dell’oggi, e l’“Angolo della Poesia” con Francesca Bortolotti, nei cui versi racconta con arguzia gli aspetti del proprio lavoro.

Imperdibili i contributi su arte e architettura: Flaviano Bosco racconta di due sculture lignee presenti nel Museo Etnografico di Udine e raffiguranti il Cristo crocifisso in una particolare posizione, originata probabilmente da una forma di pietà popolare diffusa in Polonia. Ricordiamo poi la nascita del Parco della Rimembranza di Udine, passando attraverso l’architettura e il design della Danimarca. Uno sguardo alla splendida collezione di opere di Pablo Atchugarry ospitate nella storica cornice dell’Abbazia di Rosazzo e infine tutti a teatro con l’«Ivanov» di Cechov.

In occasione delle celebrazioni in memoria della 1ª Guerra Mondiale, è alla sua quarta puntata la pubblicazione del Diario di Domenico Rizzatti, profugo in Russia, curato da Carlo Enrico Tincani. Un’altra dolorosa pagina di storia è quella della Arandora Star, la nave impiegata per il trasbordo di prigionieri civili inglesi affondata da un sottomarino tedesco: quest’ultimo sarà tra l’altro argomento del prossimo «Incontro de La Panarie» venerdì 8 aprile alle 18 presso la Libreria Tarantola di Udine.

Per gli affezionatissimi Lettori non mancano le rubriche classiche, con le “Contaminazioni” di Daniela Barone, la “marilenghe” e le nuove recensioni: un nuovo e quantomai ricco fascicolo de «La Panarie», che da oltre novanta anni persegue lo sforzo di diffondere buona cultura.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!