La Palmanova che fu. Visitare i Bastioni in Realtà Virtuale

10 Luglio 2022

PALMANOVA. Nasce la Palmanova in Extented Reality. È stato presentato il progetto “Viaggiare nel tempo tra Storia e Sport – Il Parco Storico virtuale dei Bastioni” realizzato dal Comune di Palmanova, sviluppato da Ikon e con il finanziamento della Regione Fvg sul Bando Ripartenza Cultura e Sport. Il Sindaco Giuseppe Tellini: “Abbiamo voluto arricchire il modo di vivere i Bastioni, rendendo possibile vivere alcune scene di 400 anni fa, esattamente negli stessi luoghi del presente. Le mura di Palmanova, pulite e attrezzate, sono il nostro migliore biglietto da visita e sono valse l’attestazione Unesco. Stiamo lavorando molto per arricchire il modo di vivere la città e migliorare l’offerta turistica presente”.

Luca Piani, assessore con delega ai Bastioni, assieme a Silvia Savi, assessore al turismo: “Un percorso fruibile 24 ore al giorno, in completa autonomia e gratuito. Basta avere uno smartphone connesso a Internet e la voglia di percorrere i 4 km dell’anello dei Bastioni. Si potrà così ammirare la natura, la storia e, attraverso la tecnologia, vivere un po’ dell’atmosfera della Palmanova che fu”.

Sette video sferici a 360 gradi e stereoscopici in Vr, diffusi sui Bastioni di Palmanova, con protagonisti i rievocatori del Gruppo Storico di Palmanova e della Compagnia d’Arme Malleus, permetteranno di rivivere la Palmanova del 1600 tra duelli di spada, milizie e moschetti, popolani e accampamenti militari. Su www.palmanovaxr.it è possibile scoprire i punti della mappa, vedere in anteprima i video sferici. Una volta raggiunti i sette luoghi, sarà presente un Qr code da inquadrare e in automatico ci si collegherà all’esperienza in Extended Reality. Da qui, un pulsante, permetterà di viverla anche in versione stereoscopica. I video Xr saranno infatti visibili anche attraverso dei visori Vr che verranno consegnati gratuitamente ai turisti. Ad accompagnarli una voce narrante, in italiano e inglese.

Le sette ambientazioni previste sono: le Gallerie sotterranee del Rivellino, dove i veneziani cercano di fermare l’avanzata delle truppe austriache, facendo esplodere i rivellini, riempiendo di polvere da sparo le gallerie sotterranee; l’Orecchione del Baluardo, che consente ai soldati di raccogliersi e prepararsi senza essere visti dal nemico, pronti così a un contrattacco a sorpresa, uscendo dalla città con cavalli e armamenti; il ristoro dei soldati di guardia dentro la Poterna, allestita come taverna; il bivacco dei soldati sotto lo sguardo vigile delle guardie di ronda, tra armamenti, scherma e il suono del liuto; il duello tra gentiluomini nel quale l’idilliaco paesaggio del belvedere che costeggia il fossato, si trasforma in una terribile arena dove due coppie di gentiluomini ingaggiano un combattimento all’arma bianca; i popolani alle Cascate di Borgo Udine, con il lavaggio dei panni e la socializzazione tra civili e milizie. Infine il video che sorvola la Fortezza, una serie di spettacolari vedute aeree a 360 gradi sulla città di Palmanova, per apprezzarne le geometrie e le geniali soluzioni ingegneristiche e architettoniche.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!