La notte di Mastro Giovanni (nasce il Duomo a Gemona)

25 Luglio 2019

GEMONA. Sabato 27 luglio alle 21.30 sul Sagrato del Duomo di Gemona, il Coro Glemonensis con l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani e il gruppo teatrale Scuola di musica Città di Codroipo presenta “La notte di Mastro Giovanni”, spettacolo di luci, suoni e canti che mette in scena la costruzione del Duomo stesso. Una prima assoluta con testi di Arianna Plazzotta e musiche originali di Alessio Venier. Dirige Gabriele Bressan per la regia di Giacomo Trevisan, multivisione di Claudio Tuti.

Sospesa tra storia e leggenda, la vicenda di Mastro Giovanni racconta di come tra il 1290 e il 1337 venne costruito e completato il Duomo di Santa Maria Assunta, simbolo di Gemona. Ed è proprio il maestro medievale il protagonista dello spettacolo “La notte di Mastro Giovanni” che porta in scena, direttamente sul sagrato del Duomo, i dubbi, gli indugi, ma anche la creatività di chi, insieme ai suoi figli, ha contribuito pietra dopo pietra a costruire anche il campanile.

È questa storia ad aver ispirato lo spettacolo che si svolgerà sabato, arricchito dalla multivisione curata da Claudio Tuti che animerà la facciata del Duomo che diventa essa stessa protagonista della serata. A dare voce e note alla vicenda sono Arianna Plazzotta, autrice dei testi, e Alessio Venier, compositore delle musiche originali. Uno spettacolo unico che anticipa la manifestazione storica “Tempus est jocundum”, organizzata dal Comune di Gemona e dalla ProGlemone dal 1° al 4 agosto.

Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!