La Mostra “Oltre – Čez” si sposta a Nuova Gorizia

6 Giugno 2017

GORIZIA. Bandito il Concorso nel settembre 2016, premiati gli studenti a maggio e, dopo due settimane di permanenza a Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia, la Mostra dei lavori partecipanti al Concorso “Oltre – Čez” – oltre il confine italo-sloveno come segnale di una Europa che cambia”, indetto dal Club per l’UNESCO di Gorizia, sarà trasferita per l’appunto “oltre confine” e portata a Nova Gorizia. Sarà installata al Centro EDA in Via Delpinova 18/b, a partire da giovedì 8 fino alla fine dello stesso mese.

Si tratta di una serie di grandi poster, di cartelloni compositi, di plastici, di opere pittoriche, lavori letterari, poesie ed elaborati multimediali. Presenti Istituti scolastici di ogni ordine e grado: dalla scuola materna Ringaraja di Gorizia che presenta un suggestivo plastico raffigurante una città di casette multicolori da un lato e tutte grigie e nere dall’altro, divise da una muraglia su cui si apre una breccia. Sono esposti pure lavori sofisticati e sofferti fatti dai ragazzi del Liceo Artistico Max Fabiani di Gorizia e a quelli leggeri e disinvolti del Liceo Scientifico Duca degli Abruzzi di Gorizia.

La Scuola Primaria Dante Alighieri di Gradisca è arrivata prima nel settore figurativo con una complessa presentazione del confine: partendo dalle mura medioevali in cui era richiusa la città di Gradisca, costruisce ponti multicolori, multietnici di indubbio fascino. Carrellata interessante anche sui lavori scritti, testi, poesie in tutte le lingue, ricerche storiche, in particolare quella sulla Comunità ebraica di Gorizia fatta dall’Istituto Max Fabiani di Gorizia, e molti lavori multimediali, il cui primo premio è andato alla Frana Erjavca di Nova Gorica. La Mostra è composta da lavori eseguiti da circa 300 allievi di ogni ordine e grado. Impossibile citarli tutti: la mostra è “da vedere”, se si vuol comprendere lo spirito e la visione che la gioventù trasmette con i suoi pensieri.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!