La lungje direte de Vilie di Nadal (Radio Onde Furlane)

21 Dicembre 2019

Silvia Michelotti

UDINE. Si avvicina il Natale e come di consueto a Radio Onde Furlane si festeggia con una programmazione speciale per tutta la giornata del 24 dicembre. Quella diffusa in modulazione di frequenza (90 Mhz per la maggior parte del Friuli e 90.2 Mhz in Carnia), in streaming, in diretta Facebook (www.facebook.com/radioondefurlane/) e tramite l’apposita App che ne permette l’ascolto con tutti i dispositivi mobili, si preannuncia anche quest’anno una vigilia di Natale “lunga” e “in diretta”. La Lungje direte de Vilie di Nadâl della radio libare dai furlans comincia alle 9.30 e si chiude “ufficialmente” alle 12, per poi ripartire con altri titoli e formato nel pomeriggio e poi in serata, ad oltranza sino alla notte di Natale.

Sarà il direttore dell’emittente, Mauro Missana, a condurre la lunga ed intensa mattinata in cui si alterneranno gli interventi di collaboratori e ospiti e ci sarà spazio per la musica dal vivo. Le voci della “radio libare dai furlans” e la sua ‘int’ si incontreranno tra auguri, bilanci di fine anno e previsioni per il futuro, tenendo anche conto del fatto che tra qualche mese, nel 2020, Radio Onde Furlane compirà quarant’anni di vita, di informazione, di cultura e di musica.

Tra le gustose pietanze del menù della Lungje direte de Vilie di Nadâl è annunciato un live set di Silvia Michelotti, la cantautrice di Pagnacco che dopo un periodo di inattività quest’anno è ritornata sulle scene con un disco, diversi concerti e una apprezzata partecipazione all’ultima edizione di Suns Europe, il festival europeo delle arti in lingua minorizzata organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana (la società editrice di Onde Furlane). L’atmosfera natalizia tradizionale sarà creata dalla zampogna di Vanni Floreani dell’associazione Fûrclap.

I festeggiamenti continuano nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, all’insegna dell’hip hop «made in Friûl» e non solo. Gabriellina, coadiuvata alla consolle da Dee Jay Park, chiamerà a raccolta in via Volturno mc’s, djs, producers, writers e b-boys della vecchia e della nuova scuola, nell’ambito della settima edizione di GabiTerapia OneLove: tre ore di ritmi e di rime “live” con diversi ospiti che praticano le quattro discipline della cultura hip hop. L’appuntamento è caratterizzato dalla dedica alla memoria del writer newyorkese Phase 2, scomparso pochi giorni fa, e dal gemellaggio con la crew Fresh Hip Hop Movement di Nova Gorica.

Mauro Missana

Il terzo tempo della Vilie è previsto dalle 20 alle 24 con la Salvadiade, lunga e selvaggia serie di dj set, coordinata da Piotre, voce e anima di Mainzai, uno dei classici del palinsesto serale, con la selezioni musicali selvatiche proposte da una serie firme della radio, come Checo Tam aka Francis e Adrianus, e da ospiti a sorpresa. Quello della Vilie di Nadâl è un momento particolare di festa e confronto tra l’emittente, il suo pubblico e tutto quel mondo di cultura, socialità e volontariato per il quale la radio è un punto di riferimento tutto l’anno.

«Ci avviciniamo alla chiusura di un altro anno di lavoro intenso – spiega il direttore di Onde Furlane, Mauro Missana – nel quale la radio ha continuato a svolgere la sua funzione di servizio pubblico per tutta la comunità friulana, unendo l’informazione, l’intrattenimento, le lingue del Friuli e del mondo e il microfono aperto per raccontare l’attualità con curiosità e senza pregiudizi. In questa giornata, ormai diventata un classico della programmazione della nostra emittente, facciamo il punto della situazione e ci proiettiamo nel futuro».

«È stato un anno di lavoro e di soddisfazioni per la radio e per le altre attività della nostra cooperativa, basti pensare al successo dell’edizione 2019 di Suns Europe», aggiunge Carli Pup, presidente della cooperativa Informazione Friulana, sottolineando che «il palinsesto è stato in parte rinnovato, nuove voci sono entrate nella nostra squadra e continuiamo a collaborare con molti soggetti, mettendo in connessione continua il Friuli con il resto del mondo, in nome di identità, solidarietà, creatività e diritti».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!