La Luna non si esplorerà più? Il punto sulla situazione

2 Dicembre 2019

TRIESTE. Cinquant’anni fa siamo sbarcati sulla Luna, ma oggi la ricerca è ancora interessata al nostro satellite solitario? Come si studia oggi la Luna? Lo racconta Massimo Ramella, astronomo di Inaf-Osservatorio Astronomico di Trieste nella conferenza La Luna: il presente, che si terrà il 4 dicembre alle 18, nell’ambito della mostra Guarda che Luna nello spazio Trieste città della conoscenza.

“Dati raccolti in questi ultimi cinquant’anni, dallo sbarco degli astronauti Usa all’allunaggio di quest’anno della navicella cinese Chang’e 4 con il rover Yutu-2, ci permettono di fare ipotesi sull’origine e l’evoluzione del nostro satellite naturale – spiega Ramella – e quindi, del nostro Sistema Solare. Con le esplorazioni in programma per il futuro e con l’importanza del programma spaziale lunare per l’esplorazione di Marte, la Luna rischia di perdere un po’ del suo fascino romantico, ma si apre a nuove fantastiche avventure dell’umanità”.

La conferenza è gratuita e aperta a tutti. Maggiori informazioni sul sito www.triesteconoscenza.it

Trieste Città della Conoscenza è uno spazio di public engagement sui temi della ricerca, situato all’interno della stazione ferroviaria di Trieste e aperto a cittadini di tutte le età, turisti e visitatori di ogni genere. Nello spazio si organizzano conferenze, mostre, laboratori e attività varie proposte dagli istituti membri del protocollo (quello che organizza anche Trieste Next). La rete Tcc mette insieme Comune di Trieste, università ed enti di ricerca in una rete di collaborazione attiva per agevolare il dialogo tra i suoi protagonisti.

www.triesteconoscenza.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!