La leggenda della Bora, un libro sul vento odiato/amato

21 Giugno 2020

Bernardino Not ed Edda Vidiz

TRIESTE. Un libro dedicato al vento più celebre di Trieste, scritto da un’autrice da sempre legata alla propria città, Edda Vidiz, e illustrato da Bernardino Not. Lunedì 22 giugno alle 19.30, in diretta streaming su Facebook e Youtube sui suoni canali, Triestebookfest ospiterà la prima presentazione ufficiale del volume “La Leggenda Della Bora” (White Cocal Press, 2020), con gli autori e Rino Lombardi, del Museo della Bora. La presentazione si inserisce nella serie di eventi che ci accompagneranno fino al festival letterario omonimo a novembre. Il tema di quest’anno del festival sarà infatti “Venti di libertà” e presentare “La leggenda della Bora” conferma la sinergia con l’editore Bora.la e la partnership ormai consolidata con il Museo della bora.

La Bora, lo sappiamo bene, è una delle caratteristiche di Trieste più conosciute nel mondo, e da sempre ha incuriosito turisti e visitatori nonché ispirato in lungo e in largo la fantasia di chi ci convive quotidianamente. A questo vento infatti i triestini dedicano da secoli canzoni (famosa ad esempio quella del tran de Opcina), quadri, racconti, aneddoti e perché no, più di qualche volta video divertenti o imprecazioni per non essere stati risparmiati dalla sua furia.

Edda Vidiz, autrice da sempre legata alla propria città, ha voluto rendere omaggio alla Bora con il suo nuovo libro, nel quale narra la storia d’amore tra la giovane e Tergesteo, uno degli argonauti sulla via del ritorno dopo l’impresa del vello d’oro. I due innamorati però si troveranno a dover affrontare l’ira del padre di Bora, Vento, che rovinerà ben presto la loro felicità. Si incontreranno allora altri personaggi, tra cui Madre Natura e Mare Adriatico, finché Eolo non troverà una soluzione, che ci farà scoprire l’origine di Trieste, resa mitica dalla penna dell’autrice.

La storia era stata pensata da Edda Vidiz già qualche tempo fa, quest’anno la casa editrice White Cocal Press ha deciso di impreziosirla con le illustrazioni del giovane Bernardino Not, al suo esordio letterario. E’ nato così questo agile libretto, dal prezzo di copertina di 5 euro, che si trova nelle librerie della regione dal 15 giugno. Un ricordo perfetto per chi, da turista, è rimasto affascinato dal famoso vento di Trieste ma anche per chi, da triestino, vuole tenere sempre a portata nella propria libreria la storia della Bora. “Un vento unico, magico, adriatico, catabatico – come lo definisce Rino Lombardi del Museo della Bora, nella sua prefazione al libro -. Un vento che fa paura, un vento che fa ridere, un vento che emoziona, un vento che pulisce, un vento che sveglia, un vento che scombussola, un vento amato, un vento odiato, un vento amato e odiato nello stesso tempo. Un vento un po’ matto, come noi triestini! Ma anche un vento pieno di storie fantastiche. Come quella che state per leggere”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!