“La donna di picche” si proietta a Spilimbergo

27 Settembre 2017

SPILIMBERGO. Dopo il grande successo della “prima” al cinema Visionario di Udine, con la sala principale “sold out” già molto prima dell’inizio della proiezione, arriva a Spilimbergo il film indipendente “La donna di picche” del regista Renzo Sovran, opera girata in buona parte nella bella frazione di Tauriano. L’appuntamento, per tutti, è quindi al cinema Castello, giovedì 28, venerdì 29 e sabato 30 settembre, sempre alle 20.30. L’evento è patrocinato dal Comune di Spilimbergo, parte dell’incasso sarà devoluta alla Pro ospedale di Spilimbergo.

“La donna di picche”, lo ricordiamo, narra la storia dell’amore tra l’operaio quarantenne Tommaso e la giovane studentessa Serena: lui è un uomo introverso, molto solo, che trova nella scrittura il suo unico modo di comunicare, lei è giovanissima, vitale, solare, ora timidissima ora sfrontata, porta con sé tutta l’incoscienza e l’energia dei suoi vent’anni. Sullo sfondo c’è la provincia friulana degli anni Settanta, con la vita da bar o la chiesa come alternative alle lunghe ore in fabbrica. Lo sguardo del regista su questi anni è però così innamorato e nostalgico che, alla fine del film, in tanti hanno pensato che sia, in fondo, il nostro Friuli il vero protagonista della “Donna di picche”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!