La divisa è femminile. Si conclude Punti di contatto

18 Novembre 2018

Debora Corbi

RONCHI DEI LEGIONARI. Si terrà martedì 20 novembre alle ore 20.30 nell’Auditorium Comunale di Ronchi dei Legionari l’ultimo appuntamento della rassegna culturale “Punti di Contatto”, organizzata dall’Associazione culturale “Leali delle Notizie” e inserita all’interno del programma “Autunno da sfogliare… e da ascoltare” curato dal Comune e dalla Biblioteca di Ronchi dei Legionari. Ospite della serata il capitano Debora Corbi che presenterà il suo libro “Ufficiale e gentildonna. Cronaca di una rivoluzione nelle Forze Armate Italiane” (LoGisma), in cui viene raccontata l’istituzione del servizio militare femminile. Istituzione che avviene nel settembre del 1999 con l’approvazione della legge 380/99. Dialogheranno con lei Susanna Devetag comandante della Polstrada di Monfalcone, il capitano di fregata Virginia M. Buzzoni comandante in II della Capitaneria di Porto di Monfalcone e il capitano Rossella Pozzebon comandante dei Carabinieri di Cividale. Introdurrà e modererà la serata Alessandro Di Giusto, giornalista de Il Friuli.

Intanto è andato in scena martedì 13 novembre il secondo incontro della rassegna che ha visto ospite Barbara Schiavulli e il suo “Quando muoio, lo dico a Dio”, che racconta tre storie di ragazzi e ragazze che sono vittime di diverse tipologie di estremismo religioso perché «noi siamo a conoscenza, per motivi di cronaca, di quello islamico ma ignoriamo che anche nel mondo ebraico e in quello cristiano sono presenti elementi di estremismo». «Basti pensare – ha raccontato la corrispondente di guerra – che gli ebrei ultra ortodossi non possono ascoltare musica profana, né tanto meno guardare la televisione. Anche la condizione della donna in questa realtà è profondamente sottomessa». Una serata ancora più interessante grazie alle parole e ai temi affrontati dalle giornaliste Anna Vitaliani e Fabiana Martini, nonché grazie alle esperienze che Claudia Hattinger, infermiera di Medici Senza Frontiere, ha condiviso con il pubblico presente.

La rassegna si è potuta realizzare grazie al sostegno di International Police Association di Monfalcone, Mainardi Food, Rotary Club di Monfalcone e Grado e Medicenter.

Condividi questo articolo!