La danza anima i Giardini Ricasoli e Piazza S. Giacomo

24 Luglio 2020

UDINE. I danzatori della Compagnia Arearea, sabato 25 luglio, “invaderanno” Udine. Parte infatti dal capoluogo friulano la decima edizione “AreaDanza_urban dance festival”, con la direzione artistica di Marta Bevilacqua e Roberto Cocconi. L’anima della rassegna (parte della rete culturale “Intersezioni”) risiede, da sempre, nell’innovare le modalità di fruizione della danza, inserendo il gesto e la tensione artistica nelle radici delle città contemporanee e, per questa eccezionale edizione, nel riabitare gli spazi della città, con arte e danza, dopo i controversi mesi di lockdown.

Si comincerà con una prima assoluta, coreografata da Roberto Cocconi, e organizzata in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Fvg, “Noi siamo il Tricheco…”: primo capitolo per una trilogia sulla musica della contestazione. Lo spettacolo indaga il fenomeno della psichedelia nella musica rock degli anni ‘60 e di come questa abbia influenzato e accompagnato le esistenze dei giovani dell’epoca. Come di consueto i danzatori (Mattia Cason, Irene Ferrara, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri, Marco Pericoli, Andrea Rizzo, Carolina Alessandra Valentini) daranno vita a un luogo magico della città: i giardini Ricasoli (ingresso da via Lovaria). Per ciascuna delle sette repliche (già tutte sold out!) in programma – alle 10, 11, 16, 17, 18, 19, 20 – l’ingresso (5 euro) sarà consentito a massimo 15 persone.

Non l’unico spettacolo, però. Sul “palcoscenico” di piazza San Giacomo (ingresso gratuito), alle 12.30 e in replica alle 21.30, andrà in scena “Bach to dance”, “un’incursione danzante” che vedrà protagonisti i professionisti della Compagnia friulana (si esibiranno Marta Bevilacqua, Valentina Saggin, Anna Savanelli – anche coreografe -, Luisa Amprimo, Ester Bonato, Mattia Cason, Roberto Cocconi, Irene Ferrara, Anna Giustina, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri, Marco Pericoli, Andrea Rizzo, Nicol Soravito, Carolina Alessandra Valentini, Luca Zampar) e altre 10 giovani danzatrici che, prima del Covid-19, erano impegnate nel corso professionalizzante di Alta Formazione, organizzato dalla stessa Arearea e bruscamente bloccato a causa dell’emergenza. A debita distanza gli artisti occuperanno il “salotto della città” per riportare la potenza della danza nel cuore di Udine, provando a fare di un limite una risorsa coreografica.

Dopo gli appuntamenti in programma nel capoluogo friulano, AreaDanza – con il sostegno dalla Regione Fvg e di MiBACT – si sposterà il 1° agosto a Venzone, il 2 agosto a Palmanova.

Per info e prenotazioni:345 7680258 | info@arearea.it | Facebook | Organizzazione: Ente Regionale Teatrale del Fvg

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!