La conversione d’un cavallo Tornano i tableaux vivants

24 Ottobre 2021

Incredulità di Tommaso

CASARSA. La stagione teatrale di Casarsa – promossa da Comune e Circuito Ert – parte con un prologo che in realtà è un’appendice. Martedì 26 ottobre alle 20.45 al Teatro Pier Paolo Pasolini andrà in scena La conversione di un Cavallo, uno spettacolo di grande impatto emotivo, costruito con la tecnica dei tableaux vivants dalla compagnia Ludovica Rambelli Teatro. Si tratta dell’ultimo recupero del cartellone 2019/2020, sospeso per la pandemia, e anticipa l’inizio della stagione 2021/2022 che debutterà mercoledì 17 novembre con il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare nella rilettura della compagnia Progetto Urt di Jurij Ferrini.

Ritornando alla Conversione di un Cavallo, sul palco del Pasolini Andrea Fersula, Serena Ferone, Ivano Ilardi, Laura Lisanti, Kiara Kija, Antonella Mauro, Paolo Salvatore e Claudio Pisani comporranno dal vivo 23 tele di Caravaggio con i loro corpi e il solo ausilio di oggetti di uso comune e stoffe drappeggiate. Un solo taglio di luce illuminerà la scena come riquadrata in una immaginaria cornice. I cambi saranno tutti a vista, ritmicamente scanditi dalle musiche di Mozart, Bach, Vivaldi, Sibelius. Nella Conversione di un cavallo arte pittorica e arte teatrale si sovrappongono gradatamente fino a coincidere in maniera perfetta.

Il tableau vivant è un’antica tecnica settecentesca caduta in disuso, recuperata grazie all’intuito e alla sensibilità di Ludovica Rambelli, regista della Compagnia teatrale Malatheatre. Dopo la sua scomparsa, spetta alla compagnia Ludovica Rambelli Teatro adoperarsi affinché la sua ricerca non vada nuovamente perduta.

Trattandosi di un recupero del cartellone 2019/2020, restano validi i biglietti acquistati durante quella stagione, mentre chi volesse assistere allo spettacolo potrà comperare il biglietto in Biblioteca (0434 873981) o la sera dello spettacolo dalle 19.30: (biglietto intero € 10, ridotto abbonati € 8).

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!