La complessa storia della Resistenza nell’Alto-Adriatico

19 Aprile 2022

A cura di Patrick Karlsen, esce in libreria il 21 aprile ”Dizionario della Resistenza alla frontiera Alto-adriatica 1941/1945”, (Gaspari Editore – mappe a colori, Pagine 222 Prezzo: € 20,00 Collana storica).

La sintesi più aggiornata su un tema complesso e controverso quale la Resistenza al confine orientale italiano e punto di approdo di una stagione pluridecennale di studi condotta dagli esperti dell’Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea nel Fvg. Complesso e controverso perché si tratta di una Resistenza di frontiera e perciò multinazionale, attraversata da linee di divisione diverse e più profonde del discrimine fascismo-antifascismo che ispira la Resistenza nel resto d’ Italia.

Nelle terre alto-adriatiche infatti la guerra di Liberazione assume i contorni apocalittici dello scontro finale fra nazismo e comunismo in atto nell’Europa orientale, uno scontro del quale il campo di detenzione e di assassinio di massa della Risiera di San Sabba, i massacri delle Foibe e la strage di Porzus rappresentano incancellabili luoghi ed eventi-simbolo, mentre sulle contrapposizioni ideologiche si innesta il groviglio di conflitti sociali e nazionali di cui è carica la storia contemporanea del confine orientale.

Di queste problematiche inscritte nella memoria collettiva e di rilievo sempre attuale nel dibattito pubblico del Paese, il volume mira a offrire una ricognizione agile e rigorosa al tempo stesso, mediante un’esposizione strutturata per schede tematiche e di approfondimento su luoghi, protagonisti ed eventi della lotta di Liberazione al confine orientale, redatte dai più affermati specialisti della materia tra cui Raoul Pupo, Anna Maria Vinci, Fabio Todero, Marina Rossi, Anna Di Gianantonio, Gloria Nemee, Tristano Matta, Franco Cecotti, Federico Tenca Montini.

Patrick Karlsen è ricercatore in Storia contemporanea all’Università di Trieste e Direttore scientifico dell’Irsrec Fvg. I suoi campi di ricerca principali sono la storia del comunismo internazionale, l’area di frontiera alto-adriatica, il rapporto fra intellettuali e culture politiche del Novecento. Tra le sue pubblicazioni, Frontiera rossa. Il Pci, il confine orientale e il contesto internazionale (Leg, 2011), Vittorio Vidali. Vita di uno stalinista (Il Mulino, 2019), «Si soffre ma si tace». Luigi Frausin, Natal,e Kolarié: comunisti e resistenti (Irsrec Fvg, 2020, con L.G. Manenti).

Condividi questo articolo!