Jerry Calà Concert-Show e al Verdi il Concerto di Natale

20 Dicembre 2019

Il Natale della Regina degli Elfi

PORDENONE. Giornata ricca di eventi sabato 21 dicembre per il Natale a Pordenone, con tanti eventi per tutti e parcheggi multipiano esterni al ring gratuiti. Sul fronte shopping, oltre al mercato del sabato, in piazza Risorgimento per tutto il giorno si potranno trovare gli stand del mercato italiano delle eccellenze alimentari, mentre sul fare della sera nella parrocchia di S. Agostino (dalle 18 alle 19.30) sarà operativo il mercatino solidale. Tante le iniziative dedicate ai bambini e alle famiglie. Babbo Natale li aspetta nella sua casetta in piazza XX Settembre dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 e negli stessi orari sono attivi nel chiostro della Biblioteca civica il Bosco degli Elfi (con giochi e animazioni) e il baby care a cura di Melarancia. Alle 10.30, nella bastia del Castello di Torre Ortoteatro presenta La barbabietola gigante e altre storie divertenti, mentre nel pomeriggio (dalle 15) ci saranno i laboratori Aria di Natale. Alle 15 prende servizio il Trenino delle Feste, con partenze da piazzale Ellero. Il Cinema per bambini al Don Bosco alle 16 propone Frozen Il segreto di Arandelle.

Alle 17 in biblioteca, appuntamento fisso con le letture del pomeriggio, mentre alle 16 nella propria sede in via Selvatico, la Scuola Sperimentale dell’Attore presenta Il Natale della Regina degli Elfi, con Claudia Zamboni e Daria Sadovskaia, su testo e regia di Ferruccio Merisi: una favola natalizia islandese, per festeggiare il Natale con tutta la sua magia, il senso della famiglia, l’invito alla bontà e alla gioia. Protagonista una bambina che con il suo coraggio e il suo affetto sconfiggerà un incantesimo che imprigionava una donna accolta in casa dalla sua famiglia, dando avvio a un piccolo rito di Natale per guardare insieme al di là dell’orizzonte, e intravedere la grande festa degli Elfi, che cantano a nome di tutto il mondo. Alle 18 nell’Oratorio delle Grazie la Compagnia Passe-Partout Teatro propone letture di racconti a tema natalizio, per un Natale nella letteratura e nelle arti, a cura di EtaBeta Teatro.

Jerry Calà

Sul fronte musicale si comincia alle 16.30 sotto la Loggia con Christmas in Rock, concerto di allievi e insegnanti SoundCem, con la partecipazione dell’Accademia Vocem e si prosegue alle 18 nel Convento di San Francesco di Pordenone col concerto di musiche natalizie e tradizionali del sestetto d’archi Promenade Strings, con il maestro Gianni Fassetta alla fisarmonica, a cura di associazione Fadiesis. In programma musiche di A. Vivaldi, B. Britten, J. Pierpont, A. Piazzolla e tradizionali natalizie.

Il Pordenone Christmas festival porta in piazza XX Settembre a ingesso libero Jerry Calà e il suo Una vita da libidine concert-show (dalle 21, preceduto dalle 19.30 dall’intrattenimento musicale Anni Ottanta e Novanta di dj Ale Zec). Una vita da libidine concert-show ripercorre le più formidabili canzoni dagli anni 70 a oggi, che Jerry Calà interpreta tra una gag e l’altra facendo divertire tutto il pubblico. Il concert-show è interamente cantato e suonato dal vivo, e registra ovunque il tutto esaurito. Jerry Calà durante il concert-show ripercorre i suoi 48 anni di carriera, una storia che comprende alcune pagine della commedia all’Italiana. Il punto di forza dello show è il giusto mix tra musica comicità e coinvolgimento del pubblico che Jerry Calà da abile crooner ed entertainer riesce a mescolare con il suo effervescente umorismo, sempre attuale.

La carriera cabarettistica di Calà inizia nel Veneto in compagnia di Umberto Smaila col quale forma, assieme a Nini Salerno e altri due componenti, il gruppo de I Gatti di Vicolo Miracoli, a cui presto si aggiunge Franco Oppini. Il gruppo sarebbe poi approdato anche al mitico Derby di Milano, ma il successo televisivo arriva con la partecipazione al programma televisivo Non Stop per la regia di Enzo Trapani. Dopo aver presentato i pezzi in televisione, incidono due singoli, Prova e Capito (sigla di Domenica in), che scalano le classifiche di vendita nazionali. Debuttano anche al cinema in un paio di pellicole di Carlo Vanzina, (Arrivano i gatti e Una vacanza bestiale, entrambe del 1980). Per lanciare la propria carriera cinematografica, nel 1981 Jerry Calà lascia il gruppo, che prosegue in una formazione a tre. Calà interpreta poi numerosi film comici di successo, specialmente tra gli anni ’80 e i primi ’90, provando anche un ruolo drammatico nel grottesco Diario di un vizio (1993) di Marco Ferreri.

Fvg Orchestra

A dare vita al Concerto di Natale per la città di Pordenone, sarà alle 19.45 al Teatro Verdi di Pordenone (ingresso libero, previo ritiro dei biglietti in biglietteria fino a esaurimento) la Fvg Orchestra, affiancata dal coro polifonico di Ruda e dalle raffinate voci di Annamaria Dell’Oste (soprano) e Rossana Rinaldi (mezzosoprano), sotto la direzione del Maestro Paolo Paroni, direttore ospite principale del New York City Ballet. “Essere riusciti, in così poco tempo, ad allestire un’orchestra di questo livello e a proporre un programma di concerti su tutto il territorio regionale e per tutto il mese di dicembre, è un vero e proprio miracolo musicale – sottolinea il presidente dell’Fvg Orchestra, Paolo Petiziol, commentando la recente nascita dell’orchestra, reduce da una prestigiosa trasferta a Budapest –. Questo successo deriva dal fatto che la nostra orchestra è veramente una squadra che lavora insieme in grande armonia: dai musicisti al personale amministrativo e alla dirigenza”.

Il concerto, un omaggio alla città per le festività natalizie organizzato con la collaborazione del Comune di Pordenone, proporrà un programma di livello, che spazierà dalle melodie di Tchaikovsky, con i brani Polonaise da Eugene Onegin e le intramontabili melodie de Lo schiaccianoci, a Mendelssohn Bartholdy, con Höre Israel, dall’oratorio Elias (per soprano e orchestra). L’orchestra regionale renderà inoltre omaggio a Rossini, di cui sarà eseguito Qui est homo, un duetto dallo Stabat Mater per soprano mezzosoprano e orchestra. A chiudere il programma saranno infine Et incarnatus est, aria per soprano dalla Messa in do minore di Mozart, e la Rapsodia op. 53 di Brahms per contralto, coro maschile e orchestra. “Nel nostro tour in regione cerchiamo di proporre programmi molto variegati – spiega il direttore artistico della FVG Orchestra, Claudio Mansutti –, spaziando da brani sinfonici a quelli più classici, oppure con connotazioni natalizie, come la Suite dello Schiaccianoci o, con compagini corali, come la meravigliosa Rapsodia di Brahms”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!