Jazz River a Polcenigo parte domani con Livio Minafra

23 Settembre 2021

Carlo Maver

POLCENIGO. Prende il via domani, venerdì 24 settembre, a Polcenigo e dintorni, la prima edizione di Jazz River, manifestazione in programma fino a domenica 26 settembre, organizzata da Circolo Controtempo di Cormons, in collaborazione con Prealpi Cansiglio Hiking e Connessioni, Circolo Mario Fain. Tre giorni di grande jazz con diversi appuntamenti fra i quali, sabato, alle 21, nel teatro comunale, il concerto di Giovanni Guidi, oggi uno dei migliori pianisti italiani, scoperto da Enrico Rava (con il quale calca i palcoscenici del mondo). Non meno acclamato il partner con il quale sarà in duo, il trombettista Luca Aquino e a destare curiosità e interesse è anche il pianoforte sul quale Guidi si esibirà: per l’occasione, infatti, la Fazioli Pianoforti mette a disposizione il suo “numero 1”, il primo strumento costruito dalla fabbrica di Sacile, il mezzacodaF183 n.1(1.luglio 1980).

Ma già da domani con Jazz River si apre un week-end all’insegna del jazz e della scoperta di un Comune riconosciuto come uno tra i borghi più belli d’Italia. Diversi i format sperimentati dalla manifestazione: dai più tradizionali concerti frontali nel Teatro comunale, piccolo gioiello abbracciato dal fiume, in un’atmosfera intima, come in un jazz club, ai Cammini sonori, percorsi nella natura con concerto, già sperimentati con successo nel Collio durante il festival Jazz & Wine of Peace.

Andrea Fiore e Gianni Massaruttol (Foto Luca d’Agostino)

Oltre a Guidi e Aquino saranno coinvolti il pianista Livio Minafra (venerdì alle 21 nel teatro di Polcenigo), l’eclettico polistrumentista Andrea Fiore con l’armonicista Gianni Massarutto (l’Old time duo che si esibirà all’interno del cammino sonoro ai confini del grande fiume, fra Gorgazzo e Livenza, con partenza sabato alle 9.30), l’artista Oreste Sabadin con una performance musicale e pittorica dedicata all’acqua (sabato alle 18.30 nel chiostro della chiesa di San Giacomo); il duo formato da Didier Ortolan al clarinetto e Matteo Sgobino alla chitarra (protagonisti all’interno del cammino sonoro in partenza domenica alle 9.30 dal Borgo al Castello) e il bandoneonista Carlo Maver, che terrà il suo concerto “Solo” domenica, nell’ambito del cammino sonoro dedicato alla “magica sorgente della Santissima” in partenza alle 15. Anche i locali del borgo sono pronti ad accogliere il pubblico della manifestazione e proporranno momenti di degustazione. “Officina delle tinture”, in particolare ha creato un cocktail a tema, il Jazz River, proprio com’è tradizione nei migliori jazz club.

Info e prenotazioni: www.controtempo.org / ticket@controtetempo.org / 351 6112644.

Condividi questo articolo!