Jazz intriso di Medioriente con Amir ElSaffar e Hyper+

22 Marzo 2018

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Dopo il debutto di domenica scorsa con Juri Dal Dan e Francesco Bearzatti in un Auditorium Centro Civico gremito come mai prima, prosegue a San Vito al Tagliamento la rassegna San Vito Jazz, promossa da ERT e Comune. Il cartellone della 12^ edizione, curato come da tradizione da Flavio Massarutto, ha in programma per sabato 24 marzo alle 21 il concerto del progetto HYPER+ (Nicola Fazzini, sax alto e soprano, Alessandro Fedrigo, basso acustico e Luca Colussi, batteria) con Amir ElSaffar, musicista di origine irachena nativo di Chicago.

Amir ElSaffar con gli Hyper (Foto Luca Valenta)

Nel momento storico in cui viviamo, dove i confini territoriali sono sempre più marcati e le barriere culturali non cadono, ma vengono anzi fortificate, i progetti musicali che lavorano sull’incontro tra identità offrono una possibilità di relazione molto differente, in grado di raccontare un’integrazione non solo musicalmente innovativa, ma anche capace di rafforzare le singolarità che si mettono in gioco. In questa prospettiva nasce un incontro di grande intensità espressiva, quello fra il trombettista Amir ElSaffar (astro nascente di un jazz newyorkese sempre più multietnico) e il progetto HYPER+, che consente al trio di confrontarsi con musicisti ospiti, accomunati dalla volontà di sperimentare sonorità che vanno ben oltre i confini del jazz.

Ne è nato un quartetto in cui l’originale approccio di ElSaffar porta nella musica il maqâm (la scala modale) ottomano, stimola gli altri musicisti – già compagni di avventura nell’acclamato XY Quartet – a nuove esplorazioni che si muovono tra acustico e elettrico, tradizione e contemporaneità, tra sperimentazione ritmica e l’uso di modi arabi ed elementi microtonali. Amir Elsaffar suona abitualmente la tromba e il santur (una cetra su tavola percossa), ma esplora anche le tecniche vocali mediorientali rendendo il suo approccio alla musica jazz veramente inedito. Partendo da una formazione classica (con la “Civic Orchestra of Chicago” ha suonato sotto la direzione di Pierre Boulez, Mstislav Rostropovich e Daniel Barenboim) ha proseguito il suo percorso artistico specializzandosi poi in ambito jazzistico collaborando tra gli altri con Vijay Iyer, Rudresh Mahanthappa, Don Byron, Cecil Taylor, Mark Dresser, Gerry Hemingway, Marc Ribot, Henry Grimes, Oliver Lake, Nasheet Waits.

Negli ultimi anni si è dedicato a studi approfonditi di musica antica ottomana e araba, mirando all’uso della microtonalità e degli elementi provenienti da tradizioni musicali del Medioriente, importando da queste nel jazz un approccio innovativo all’uso di melodie e armonie. Dopo un tour a novembre 2015 che ha visto il quartetto esibirsi in diverse città italiane, è nato un disco, “Saadif” (parola che significa “incontro”), registrato alla Casa della Musica a Trieste e nona uscita per l’etichetta nusica.org., un lavoro composto da brani inediti, molti dei quali composizioni originali di ElSaffar. Un disco che trasporta l’ascoltatore in un viaggio evocativo, non lineare e strutturato, caratterizzato da diverse sfumature sensoriali, pathos e colori, un disco in cui convivono tensioni urbane e cortocircuiti multiculturali in grado di accendere scintille danzanti che illuminano il futuro.

La terza e ultima serata di San Vito Jazz 2018 è in programma venerdì 30 marzo (inizio alle ore 22) e avrà per protagonista uno dei massimi esponenti del tango: il cantante e clarinettista argentino Daniel Melingo, vincitore in patria del prestigioso Premio Gardel.

Il prezzo dei biglietti è fissato in 15 euro per l’intero e 13 euro per il ridotto. Confermato anche per questa edizione il biglietto speciale a 5 euro riservato agli studenti dei Conservatori e Scuole di musica.

San Vito Jazz è organizzato con la collaborazione di Fondazione Luigi Bon e Rai Radio3 e il sostegno di ATAP. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio IAT allo 0434.80251 o iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com, oppure l’Ufficio beni e attività culturali del Comune allo 0434.833295.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!