Italiani in Romania tra ‘800 e ‘900 Una mostra racconta…

24 Novembre 2021

CAVASSO NUOVO. Venerdì 26 alle 18 sarà inaugurata al Museo dell’Emigrazione di Cavasso Nuovo la mostra foto-documentaria “Dall’emigrazione all’integrazione: gli Italiani in Romania tra l’Ottocento e il Novecento”. L’esposizione è organizzata dall’Erpac Fvg – Ente Regionale Patrimonio Culturale, in accordo con l’Associazione degli Italiani di Romania – Roasit di Bucarest e l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, con il patrocinio del Consolato generale di Romania a Trieste, della Regione Fvg, dei Comuni di Cavasso Nuovo e Montereale Valcellina e con la collaborazione dell’Associazione culturale Zemlja. La mostra sarà visitabile dal 26 novembre al 19 dicembre, dal giovedì al sabato, dalle 10 alle 13.

Prima dell’inaugurazione ufficiale, a partire dalle 16.15, si terrà una presentazione della mostra con il seguente programma: Indirizzi di saluto delle Autorità (Silvano Romanin, Sindaco di Cavasso Nuovo; Daniele Gladich, Assessore al Bilancio del Comune di Cavasso Nuovo; Lettura dell’indirizzo di saluto inviato da Andi-Gabriel Grosaru, Deputato della minoranza italiana alla Camera dei Deputati della Romania. Alle 16:30 sono previsti gli interventi di: Olivia Simion, Associazione degli Italiani di Romania – Roasit ”Dall’emigrazione all’integrazione: gli Italiani in Romania tra Ottocento e Novecento”; Cristian Luca, Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica, Venezia ”Il contributo dei professionisti italiani alla modernizzazione otto–novecentesca della Romania”; Paolo Tomasella, Erpac ”Aspetti dell’emigrazione friulana in Romania. Un protagonista ritrovato: Geniale Fabbro, maestro costruttore”.

Alle 18 ci saranno le conclusioni e l‘inaugurazione della mostra, presenti Cosmin Victor Lotreanu, Console Generale di Romania a Trieste ed Emanuele Zanon, Consigliere regionale e componente dell’Ufficio di Presidenza.

Condividi questo articolo!