#Itacacisiamoinmusica, la playlist delle emozioni

9 Aprile 2020

PORDENONE. ”Stiamo tutti vivendo il tempo dell’emergenza Coronavirus, sono tante le difficoltà e le soluzioni – così inizia un comunicato della Cooperativa Itaca – che cerchiamo di trovare e di portare per gestire una situazione del tutto nuova, sia sul piano del lavoro, sia in primis nel circuito delle relazioni sociali. E la memoria, a volte, ci riporta a momenti e analisi sociali del secolo scorso, legati ai tempi di vita e di lavoro. Il dato reale è che questa situazione è un ‘mai visto’ perché, al di là degli sforzi che ognuno di noi fa per costruire una nuova normalità, ciò che sta accadendo ci costringe a rimetterci in discussione, crea incertezza, mescola le carte, cambia i giochi.

Per chi vive il mondo della Cooperazione sociale, come noi, il contesto è ancora più complesso. La nostra mission, legata all’impegno e al lavoro di cura con le persone fragili, si specchia oggi in una realtà dove la vulnerabilità della quotidianità, la parzialità delle risposte legate all’inaspettato, rimette in discussione certezze e orizzonti. È una situazione in divenire, che richiede un approccio a tutto tondo per riposizionare, al centro, il cooperatore come persona: la nostra forza. Se il Covid-19 tenta di metterci in un angolo, possiamo (re)agire in tante forme. Chi ha famiglia, bambini, adolescenti, anziani, nel suo contesto ha cercato e trovato modalità e canali per affrontare la quotidianità che è nelle relazioni.

Coloro di noi che non stanno lavorando – si legge ancora -, vivono l’incertezza del quotidiano con uno sguardo di prospettiva verso strumenti che permettano di gestire l’ordinario e lo straordinario, uno sguardo di prospettiva che ci auguriamo sia vicino. Chi lavora, sta affrontando la modificazione della sua divisa, il peso di sentirsi sulle barricate, lo stravolgimento del fuori e la ‘routine’, invece, del servizio. C’è bisogno di un diverso ordine nelle idee, di un approccio (anche culturale) che ci permetta di stare nelle situazioni, ma anche di raccontarle, oltre che di viverle. L’incertezza che sta permeando il nostro quotidiano è fatta di pensieri, pensati e non realizzati, che non diventano fatti e neppure voci. Dobbiamo fare uno sforzo per trovare modalità anche nuove per farli volare, per dare loro ali. Una di queste modalità può essere la musica.

Abbiamo così pensato di creare le playlist del momento, della giornata, dell’emozione specifica, del pensiero non spiegato, della voce non data, dell’urlo non lanciato. Lo possiamo fare organizzando le playlist dei nostri servizi, delle nostre equipe, ma anche il singolo lavoratore di Itaca può pensarne una. L’hashtag che è #Itacacisiamoinmusica e le compilation saranno pubblicate su Spotify, dove Itaca attraverso i suoi lavoratori raccoglierà le colonne sonore del momento”.

Una volta scelta la compilation (max 25 brani), è sufficiente inviare via email a hermilvi@gmail.com l’elenco delle canzoni con titolo e artista. La playlist verrà costruita a nome della sede del servizio, della Comunità, oppure seguendo altre indicazioni, potete anche scegliere voi il nome da assegnare. Potete inserire, infine, alcune info sul servizio (max 300 battute). A questo link trovate la prima compilation

Segui Itaca su https://www.facebook

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!