Itaca festeggia i 25 anni con una serie di concerti

14 Luglio 2017

PORDENONE. Comincia presto l’Estate in Città del Comune di Pordenone sabato 15 luglio. Alle 9 partirà dalla Loggia del Municipio il Piancavallo Revival, con auto storiche, a cura di Ruote del Passato.

Alle 18 al Piccolo Ristoro Al Parco all’interno del Parco San Valentino, l’associazione Filarmonica Città di Pordenone aprirà con un evento speciale ad ingresso libero la rassegna di eventi musicali “Il suono del sociale”. Organizzata da Coop Noncello e Cooperativa sociale Itaca nell’ambito dell’Estate in Città, per offrire alla cittadinanza una serie di eventi musicali all’interno del Parco, la rassegna vuole anche celebrare in musica i 25 anni di vita della Cooperativa Itaca, nata nel 1992 proprio da Coop Noncello. La ”rimembranza” proseguirà tra luglio e agosto con altri 6 appuntamenti, tutti a ingresso libero, spaziando tra diversi generi musicali, dal blues al rock, dalle cover al semiacustico, per regalare occasioni per vivere la bellezza del parco e della musica nella più ampia cornice del Piccolo Ristoro Al Parco che Coop Noncello gestisce dal 2012, in collaborazione con il Comune di Pordenone e il Consorzio Cosm di Udine, nell’ambito di un progetto sperimentale di inserimento socio lavorativo e di organizzazione di attività culturali e ricreative.

La scelta di celebrare i 25 anni della Cooperativa sociale Itaca assieme a Coop Noncello attraverso la musica parte dalla condivisione di un percorso dedicato alle persone più fragili e vulnerabili, iniziato nel 1981 con la nascita della allora Coop Service Noncello (oggi Coop Noncello), con una tappa fondamentale, quella che il 29 giugno 1992 vide nascere Itaca a Pordenone per “filiazione” dalla Noncello stessa. Tornando alla rassegna “Il suono del sociale”, che per il terzo anno consecutivo si terrà al San Valentino di Pordenone, l’idea è anche quella di mostrare la ricchezza dei talenti delle persone che da decenni operano nelle Cooperative sociali Noncello e Itaca e nel Consorzio Cosm.

Willy Mazzer & The Headhunters

Il programma prevede poi il 28 luglio alle 20.30 l’esibizione della blues band veneta “Willy Mazzer & The Headhunters”, finalista alle selezioni italiane dell’International Blues Challenge 2017. Nata nel 1992 la WM&H suonava in origine la musica dei grandi maestri come Muddy Waters, Sonny Boy Williamson, John Lee Hooker, cui oggi ha aggiunto un repertorio anche di composizioni proprie, con reinterpretazioni di altri autori quali Faboulous Thunderbirds e Tom Waits e contaminazioni con altri stili quali il surf e il rock-blues. Il loro concerto rientra nel calendario del triestino Lunatico Festival, quale propaggine in provincia di Pordenone della manifestazione.

Capitano tutte a noi

Il 4 agosto alle 20.30 spazio a “Sweaty Cellar”, hard rock cover slaps band con un ampio repertorio che va dalle sonorità più dure a quelle più melodiche e riarrangiate. Un mix perfetto per veri amanti del rock e dell’hard rock. L’11 agosto alle 20.30 sarà la volta dei “Cantina Sonora” che proporranno grandi successi italiani in versione semiacustica e semiseria, mentre il 18 agosto alle 20.30 toccherà ai “Capitano tutte a Noi”, gruppo e officina musicale nata nel 2013 a Pordenone all’interno di un più ampio percorso rivolto alla salvaguardia del diritto di cittadinanza, al potenziamento dell’autonomia della persona e alla valorizzazione di tutte le abilità. Dopo la partecipazione con Itaca per il quarto anno consecutivo al festival Folkest in versione acustica e con due date, i CTAN proporranno al pubblico del San Valentino la loro musica senza barriere con una personalissima rielaborazione di brani dei troppo spesso vituperati anni ’80, cercando di riportarne alla luce lo spirito intenso e poetico, spogliandoli dai fasti di sintetizzatori e drum machines. Cure, Depeche Mode, Cindy Lauper rivivranno nell’essenzialità di chitarre acustiche, fisarmonica e percussioni, in un omaggio al vissuto più intimo dei componenti del gruppo, che biograficamente appartengono a quell’epoca e ne raccontano speranze, leggerezza e passione. Il 20 agosto protagonisti saranno gli Alter Ego, esplosiva band dal sapore vintage (Rock ‘n’ roll, Surf, Neo Rockabilly). Gran finale il 25 agosto alle 20.30 con i veneti “Cicamama”, una rock blues band che graffierà i grandi classici da Neil Young ai Rolling Stones, passando attraverso Eric Clapton, David Bowie e molti altri.

Si chiude con la tradizionale cena tuareg, alle 20.30 nel Parco di Villa Baschiera Tallon, il festival Raccontare il deserto, organizzato nell’ambito dell’Estate in Città dall’associazione via Montereale, animata dalle danze orientali di Alessandra Segatto, in collaborazione con l’associazione Amici della fondazione Baschiera Tallon di Pordenone. La cena terminerà con il the offerto dalla comunità Tuareg di Pordenone.

Fa tappa anche a Pordenone il Festival Internazionale Cori d’Europa. Appuntamento alle 21 nella Chiesa del Beato Odorico con l’esibizione del Coro Orfeão Universitário do Porto (Portogallo) e del Coro Polifonico di Ruda. Il coro portoghese, diretto da António Sérgio Ferreira., si è impegnato nel rinnovamento della musica nazionale, sin dalla sua fondazione nel 1912. Tra le sue collaborazioni figurano quella dell’orchestra Radio Nazionale Portoghese e la televisione nazionale Portoghese. Fa regolarmente tour internazionali. Il Gruppo polifonico Claudio Monteverdi di Ruda, diretto da Mira Fabjan, tiene concerti nelle più importanti città d’Italia, d’Europa, Canada e Stati Uniti con lusinghieri giudizi di critica e stampa. Il repertorio è costituito da musica polifonica sacra e profana, con particolare interesse per le opere di rara esecuzione. E’ vincitore di numerosi premi e riconoscimenti.

Prosegue anche sabato alle 21 nell’area verde del castello di Torre la messa in scena de il Vizietto, nuovo spettacolo dei Papu, produzione Teatro del pane per la regia di Mirko Artuso. In scena con i Papu anche Simonetta Barbon, Nicolò Gasparetto, Valentina Beraldo Alberto Moscatelli, Laura Bussani e Beatrice Niero. Prevendite tutti i giorni esclusa la domenica dalle 15.30 alle 18.30 alla bastia del Castello.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!