Invit a teatri al Bon

4 Settembre 2021

TAVAGNACCO. Ritornano anche quest’anno gli appuntamenti di teatro in friulano che l’Amministrazione comunale di Tavagnacco propone da molti anni. La rassegna Invit a teatri infatti dà spazio alle compagnie di teatro amatoriale della nostra regione e viene quest’anno riproposta sempre per iniziativa del Comune, con la collaborazione dell’Associazione Espressione Est e l’ormai collaudata organizzazione della Fondazione Luigi Bon.

Tre domeniche pomeriggio, in questo mese di settembre, all’insegna del buonumore, di sane risate, ma anche di riflessione sul mondo che ci circonda e si evolve. Si inizia domenica 5 settembre, alle 17, con la compagnia teatrale ‘Ndescenze! di Udine e il loro Il picul Frankenstein, una commedia tratta dalla traduzione in friulano del film «Frankenstein Junior» del 2004. Una trasposizione del film nella realtà friulana: espressioni locali, musica tradizionale, località conosciute, personaggi e cibi tipici, senza dimenticare l’antica rivalità con Trieste. Uno spettacolo multimediale dove gli attori interagiscono brillantemente con le scene del film doppiato.

Domenica 12 settembre ospite la Compagnia Teatrale di Ragogna – Robic con Cumieries di memories, uno spettacolo tragicomico di e con Tiziano Cossettini, per la regia di Luca Ferri. Quante volte passiamo per strada davanti a un barbone, gli gettiamo distrattamente uno sguardo, al limite gli diamo una monetina. Cosa conta di più nella vita di ognuno di noi, il merito o la fortuna? In questo spettacolo emozionante e pregno di sentimenti controversi verrà raccontata la storia di uno di loro.

Chiuderà la rassegna, domenica 19 settembre, la commedia Difiet di nature, si puarte in sepolture della compagnia Lis Anforis di Sevegliano, tratta da «Il fantasma del povero Piero» di Camillo Vittici e tradotta da Renato Sclauzero per la regia di Loris Narduzzi. Tanti intrecci e colpi di scena tutti da scoprire, che si susseguono senza sosta e che fanno divertire gli spettatori. Il povero Piero, passato a miglior vita, lascia una vedova e due figlie che tra vizi e virtù cercano di sopravvivere…

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito con inizio alle 17. È consigliata la prenotazione sul sito www.fondazionebon.com/invit_a_teatri/ o contattando direttamente la biglietteria della Fondazione 0432 543049 aperta dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18 o tramite e-mail a biglietteria@fondazionebon.com | Per accedere agli spettacoli è necessario il Green Pass.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!