Intanto al Teatro di Cormons si ricomincia con il cinema

10 Ottobre 2020

Miss Marx

CORMONS. La programmazione cinematografica alzerà il sipario al Teatro Comunale di Cormons: una riapertura al pubblico, dopo la sospensione delle attività causa Covid, in assoluta sicurezza, seguendo ogni disposizione prevista, ma con l’entusiasmo di ricominciare le attività del teatro e poter godere della splendida sala di Cormons nell’attesa di accogliere anche gli spettacoli dal vivo della prosa e della danza (imminente la presentazione della stagione artistica). Ricco il calendario di film d’autore promosso da ArtistiAssociati in collaborazione con Visioni d’Insieme per la rassegna Circuito Cinema.

Si comincerà lunedì 12 ottobre, alle 21, con ‘Paradise’ di Davide Del Degan (che sarà anche presente in sala a raccontare il suo lavoro). Si tratta della storia di un testimone scomodo sotto protezione, siciliano, che finisce a vendere granite tra le nevi delle montagne del nord. Ma per uno scherzo del destino anche il killer da lui visto in azione giunge negli stessi luoghi: e niente sarà più come prima. Lunedì 26 ottobre sarà proposto ‘Volevo nascondermi’, di Giorgio Diritti, il biopic sulla vita di Antonio Ligabue (Elio Germano), grande pittore naif emiliano. Il film racconta la vita dell’artista, che sin da bambino trova nella pittura il suo personale riscatto al senso di solitudine ed emarginazione.

Il meglio deve ancora venire

Molto coinvolgente anche il lavoro a quattro mani di Alexandre de La Petelliére e Matthieu Delaporte, ‘Il meglio deve ancora venire’, programmato mercoledì 28 ottobre. La storia: per un caso del destino due amici vengono a scoprire l’uno dell’altro di essere malati terminali. Come due veri grandi amici nel momento del bisogno, i due uomini faranno di tutto per realizzare l’uno i sogni dell’altro prima che abbandoni per sempre questo mondo… anche quelli che non li accomunano. In programmazione per questa tranche, lunedì 2 novembre, ‘Miss Marx’ di Susanna Nicchiarelli. Ambientato nell’Inghilterra del XIX secolo, il film è incentrato sulla vita della figlia più piccola di Karl Marx, Eleanor, un’attivista per i diritti dei bambini e una delle prime donne ad accostarsi i temi del femminismo e del socialismo. Instancabile e piena di energia ha portato avanti con passione e motivazione il lavoro di suo padre.

Per quanti non avessero esaurito il carnet d’ingressi per la programmazione cinematografica della scorsa stagione sarà possibile utilizzare la stessa tessera fino ad esaurimento dei posti. Sarà altresì possibile sottoscrivere dei nuovi carnet per il cinema.

Condividi questo articolo!