Informazione libera: a Ronchi riflessioni e testimonianze

25 Ottobre 2019

RONCHI DEI LEGIONARI. Un’intera giornata dedicata alla libertà di stampa e di espressione. E’ quella che, promossa dall’Associazione Culturale Leali delle Notizie, con il patrocinio dell’amministrazione comunale si svolgerà sabato 26 Ottobre a Ronchi dei Legionari. Una giornata che si articolerà in diversi momenti, con tanti appuntamenti e tanti punti di riflessione, ma che vanno in un’unica direzione, quella di sottolineare l’esigenza di rendere vivo, attuale ed efficacie l’articolo 21 della Costituzione Italiana.

Mathew Caruana Galizia

La giornata inizierà alle 11.30, nella sala del consiglio del palazzo municipale, dove si svolgerà la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Ronchi dei Legionari, da parte dell’amministrazione comunale, al giornalista Matthew Caruana Galizia, vincitore del Premio Pulitzer 2017 e figlio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa in un attentato nel 2017 alla quale, con il consenso della famiglia e l’Alto patrocinio del Parlamento Europeo, l’associazione Leali delle Notizie ha dedicato un premio, che nel 2020 giungerà alla sua terza edizione.

A seguire, sempre nella del Consiglio, ci sarà la firma di condivisione del progetto regionale “Bill Biblioteca della Legalità” da parte del comune di Ronchi e dell’associazione Leali delle Notizie. E, ancora, in piazza dell’Unità d’Italia, l’inaugurazione della Panchina della Libertà di Stampa, realizzata con la collaborazione dell’artista Franco Ciot. Nel pomeriggio, alle 16.30, sarà l’auditorium comunale ad ospitare il convegno “Quando la verità non è libera, la verità non è vera (J.Prevet) La forza dell’articolo 21 delle Costituzione Italiana”, convegno focalizzato sul valore della ricerca della verità nell’informazione, ma dedicato anche al valore dei giornalisti che perseguono la verità pur a scapito della loro sicurezza. Coordinato dalla giornalista Emanuela Bonchino, all’incontro porteranno i loro contributi lo stesso Matthew Caruana Galizia, il giornalista maltese Emanuel Delia, il vicedirettore dell’Agi Paolo Borrometi, la giornalista e scrittrice Tiziana Ciavardini, la giornalista dell’Espresso Floriana Bulfon, Roberta De Maddi del Sindacato unitario dei giornalisti della Campania, il giornalista Valerio Lo Muzio, il giornalista Roberto Rinaldi, anche in rappresentanza di Articolo 21 del Trentino Alto Adige, Daniela Luchetta presidente della Fondazione Luchetta – Ota – D’Angelo – Hrovatin, la giornalista Marilena Natale, il presidente nazionale della Fnsi Beppe Giulietti, il giornalista Sandro Ruotolo, il presidente dell’Ordine regionale dei Giornalisti Cristiano Degano e Carlo Muscatello presidente di Assostampa Fvg.

La lunga ed interessante giornata si concluderà, sempre alle 20.30, all’auditorium comunale di via Cau De Mezo, con la lettura scenica affidata alla voce dell’attrice Sara Alzetta (accompagnamento musicale di Paolo Cervi) e con la presentazione del libro di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari “Ilaria Alpi e Miran Hrovatin – Depistaggi e verità nascoste a 25 anni dalla morte”. Sarà presente Luigi Grimaldi che dialogherà con la giornalista Barbara Schiavulli.

La giornata verrà conclusa con un brindisi artistico grazie ai bicchieri dell’artista Moreno Zamò, pezzi unici, nati dalla casualità del loro ideatore, che dalla rottura del gambo di un calice che stava lavando, nell’ottica del “nulla va mai sprecato”, ha ideato e realizzato un nuovo elegante stelo di legno come gambo. Moreno Zamò ha tutelato la sua creazione registrando il marchio alla Camera di Commercio di Udine: ha chiamato “Moresco” il calice artistico, dalla fusione del suo nome e di quello del padre Francesco, in onore del genitore e dei suoi insegnamenti.

Condividi questo articolo!