Incontro tra musica e pittura

17 Febbraio 2017

UDINE. Il Conservatorio di Udine inaugura sabato prossimo, 18 febbraio alle 17 in sede, nella Sala Barocca, un’iniziativa culturale inedita nell’ambito della produzione musicale inserita nel tradizionale cartellone mensile “Concerti e Conferenze”, Giacinto Scelsi: “I suoni, le onde”, Musica e pittura attraverso le trasfigurazioni di Paola Gasparotto. Connubio tra la precorritrice, visionaria creatività musicale del compositore Giacinto Scelsi conte di Ayala Valva, scomparso a Roma nel 1988 e l’arte figurativa della pittrice e scenografa trevisana Paola Gasparotto, operante a Sedegliano e da tempo dedita all’approfondimento delle filosofie orientali e della musica contemporanea.

L’iniziativa prenderà avvio dall’introduzione dell’artista, volta a commentare le opere esposte, dieci tele e due serie di incisioni ad acquaforte ispirate alle composizioni pianistiche di Giacinto Scelsi Suite n. 8 «Bot-ba» e Quattro illustrazioni, ispirate alle metamorfosi di Vishnù. Seguiranno l’intervento storico-critico di Luciano Martinis, curatore dell’opera di Scelsi, e una selezione di letture proposte da Paola Bonesi, docente di recitazione all’Accademica “Nico Pepe” di Udine e tratte dal volume Il sogno 101, progettato dal compositore e recentemente curato da Luciano Martinis e Alessandra Carlotta Pellegrini per i tipi di Quodlibet.

La seconda parte del pomeriggio culturale sarà dedicata alla musica di Giacinto Scelsi, capitolo fondamentale dell’avanguardia novecentesca europea, con Pwyll per flauto solo e Quattro illustrazioni per pianoforte; ne saranno interpreti la flautista Giorgia Poti, allieva del biennio superiore al “Tomadini” nella classe della prof. Simonetta Pagani, e il pianista Luca Fabro, diploma in pianoforte al “Tomadini” e laurea in lettere a indirizzo musicologico, entrambi con lode, concertista da sempre dedito al repertorio contemporaneo e già allievo della Scuola di musica di Fiesole, di Giancarlo Cardini, Helmut Lachenmann e dei Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt.

La mostra resterà aperta nella sede del Conservatorio di Musica di Udine da martedì a sabato dalle 11 alle 13, con la presenza dell’artista e fino al giorno 11 marzo. L’evento è inserito nel cartellone di gennaio/febbraio dei “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine”, realizzato con il sostegno di Regione, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

Condividi questo articolo!