Incontri alla Libreria Lovat

3 Ottobre 2018

TRIESTE. La Libreria Lovat di Trieste (Viale XX Settembre 20, c/o stabile Oviesse, terzo piano – Tel. 040.637399) ha reso noto il calendario degli appuntamenti letterari di ottobre. Di seguito quelli più prossimi.

Venerdì 5 ottobre – ore 18 – ANDREA VITALI presenta GLI ULTIMI PASSI DEL SINDACONE (Garzanti, 2018). Con questo romanzo, torna sulla scena la Bellano del primo dopoguerra, di cui Andrea Vitali sa mettere in luce la voglia di riscatto, il frettoloso antifascismo esibito senza vergogna, gli appetiti della carne simbolo della voglia di vita che sta rianimando l’intero Paese, ma senza tralasciare quei piccoli segreti che rendono più sapido il tran tran quotidiano, e la lettura dei suoi romanzi una godibilissima compagnia. ANDREA VITALI con i suoi romanzi ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Bancarella, il Premio Isola di Arturo Elsa Morante, il Campiello sezione giuria dei letterati ed è stato finalista al Premio Strega. I suoi libri, pubblicati in Italia da Garzanti, sono stati tradotti in molti paesi.

Sabato 6 ottobre – ore 10:30 – CARTASTRACCIA e STRUMENTALMENTE presentano i laboratori mensili SUONI TRA LE PAGINE. Assieme grandi e piccoli viaggiano, intrecciando la parola alla musica, divertendoci tra danze, canti e storie. Alle 10:30 l’incontro è dedicato ai bambini da 0 a 2 anni; alle 11:30 quello per i bambini dai 3 ai 6 anni.

Sabato 6 ottobre – GUENDAL e RAIMONDO PASIN presentano DA ZERO A LIBRO. Vuoi scoprire i segreti per realizzare un fumetto? Vuoi realizzare un fumetto e non sai come fare? Piove e non sai dove andare? Sabato alle 17.30 lo sceneggiatore Guendal e il disegnatore Raimondo Pasin racconteranno al pubblico tutti i passaggi fondamentali che hanno portato i loro sogni a concretizzarsi nella graphic novel LA TRAVIATA DI VERDI, traduzione a fumetti dell’opera lirica, candidata come miglior fumetto al Gran Guinigi 2018. Dal seme di un’idea alla sceneggiatura, dal lay-out, alla realizzazione delle tavole, dalla colorazione al lettering fino alla stampa. Tutti i passaggi fondamentali spiegati con semplicità e simpatia. Verrà dato ampio spazio alle domande e curiosità del pubblico.

Martedì 9 ottobre – ore 18 – CARLO MICCIO presenta LA TRAPPOLA DEL FUORIGIOCO (AlphaBeta, 2017). Incontro organizzato in occasione della Giornata mondiale della salute mentale. La trappola del fuorigioco di è un romanzo che, come una sorta di cartina al tornasole, accompagna all’interno delle dinamiche di un ambiente familiare in cui si annida ed esplode un disagio mentale. Giugno 1975: la travolgente avanzata elettorale del PCI di Berlinguer minaccia di sconvolgere l’ordine politico e sociale dell’intero paese. Per Sebastiano La Rosa, 40 anni e una diagnosi di Depressione Bipolare Schizoaffettiva, si profila il peggiore degli incubi: un paese in mano a barbari che bruciano chiese e sequestrano case. Una paura capace di spingerlo nel baratro psicotico sotto gli occhi di suo figlio Marcello, dieci anni, che la realtà la decifra solo attraverso il gioco del calcio. E che al significato della parola comunismo, e al senso vero delle paure di suo padre, ci arriverà scoprendo le meraviglie del calcio totale: un modulo perfetto praticato dalla nazionale olandese sotto la guida del suo rivoluzionario condottiero, il compagno Johan Cruyff. Inizia sul campo di calcio un cammino di trasformazione che porterà negli anni quel ragazzino a trovare la maniera per gestire l’ingombrante presenza della malattia paterna e le sue stesse reazioni emotive davanti alla paura e al pericolo. CARLO MICCIO 51 anni, vive a Latina dove lavora come mediatore culturale con profughi e richiedenti asilo politico. Appassionato di creatività digitale, nel 2014 è stato incluso in un’antologia della Taschen tra i 150 più interessanti illustratori al mondo.

Mercoledì 10 ottobre – ore 18 – ANDREA BIANCHINI presenta SO CHE UN GIORNO TORNERAI (Mondadori, 2018). Con ironia e un pizzico di nostalgia, Luca Bianchini ci prende per mano e ci porta a conoscere i sentimenti più nascosti in ognuno di noi, per scoprire che non hanno confini, “da Trieste in giù”. Alla fine, ognuno di noi s’innamora di chi ci guarda per un attimo e poi ci sfugge per sempre. Angela non ha ancora vent’anni quando diventa madre, una mattina a Trieste alla fine degli anni Sessanta. Pasquale, il suo grande amore, è un “jeansinaro” calabrese, un mercante di jeans, affascinante e già sposato. Lui le ha fatto una promessa: “Se sarà maschio, lo riconoscerò”. Angela fa tutti gli scongiuri del caso ma nasce una femmina: Emma. Pasquale fugge immediatamente dalle sue responsabilità, lasciando Angela crescere la bambina da sola insieme alla sua famiglia numerosa e sgangherata… Ne parla con l’autore MARGHERITA GRANBASSI, ex fiorettista e conduttrice televisiva. LUCA BIANCHINI scrittore e conduttore radiofonico (“Colazione da Tiffany” su Rai Radiodue), ha pubblicato diversi romanzi tra cui Se domani farà bel tempo (2007), Io che amo solo te (2013), Dimmi che credi al destino (2014). Scrive su «Vanity Fair», per cui tiene un blog, Pop up, e su «la Repubblica» nelle pagine di costume. Ha intervistato gli Abba, “Harry Potter” e Michael Stipe, e ne è molto orgoglioso.

Giovedì 11 ottobre – ore 17:30 – FUTURAMENTE. CONVERSAZIONE SU PRESENTE E FUTURO DELLA SOCIETA’, CITTA’, ECOSISTEMA. Coordina CATERINA CONDOLUCI. Le tematiche trattate sono diverse, presentano uno spaccato della società contemporanea, spingendo alla riflessione tutti coloro che si pongono domande sull’evoluzione della nostra società e pongono, contemporaneamente, un’ipotesi di realtà in divenire. A chiarire e ad arricchire gli interrogativi sulla nostra esistenza intervengono diverse e fondamentali questioni: cosa implica nella nostra contemporaneità l’idea di Felicità; quale la salute dell’ambiente, in particolare dei nostri mari oggi; quando e come è nato il crimine, come si è evoluto nei vari momenti storici e agisce attualmente; come è cambiata la vita della donna oggi e la sua centralità; quale la situazione nel mondo del lavoro in un mutamento radicale delle regole; in che modo l’architettura sociale influisce sulla vita delle persone in una Metamorphosis continua… Gli intellettuali ed esperti Francesco Altan (scrittore e criminologo), Gemma Bracco (consigliera di Parità provincia di Perugia), Daniela Buranello (docente), Monica Carmen (caporedattore delle rivista “Bioarchitettura”), Maria Frega (giornalista e scrittrice), Maurizio Pallante (fondatore del movimento per la Decrescita Felice), Mariapia Tucci (giornalista e comunicatrice culturale), Andrea Wehrenfennig (Presidente Legambiente Trieste), dialogheranno e si confronteranno su questi temi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!